Comune, limitato l’utilizzo dell’acqua potabile

Con l’ordinanza n°43/2012 il Sindaco di Amaseno ha vietato l’utilizzo dell’acqua potabile erogata dall’acquedotto pubblico, per scopi diversi da quelli previsti dal contratto di fornitura, con effetto immediato.
Visto l’avvicinarsi della stagione turistica con l’aumento dei residenti in paese e un’estate particolarmente calda, per salvaguardare il diritto di tutti i cittadini di usufruire dell’acqua potabile, è vietato espressamente l’utilizzo dell’acqua potabile dell’acquedotto pubblico per riempire piscine, botti, cisterne di ogni genere e per ogni uso diverso da quello previsto dal contratto di fornitura (usi sanitari, cucina, acqua da bere); il divieto di attingere acqua per innaffiare orti e giardini e per la pulizia delle strade; il divieto di prelevare acqua dai fontanili pubblici se non per usi diretti e immediati o previa autorizzazione.
Le sanzioni previste in caso di inottemperanza, vanno dai 25,00 ai 500,00 Euro, e saranno comminate da pattuglie composte da agenti di Polizia Locale (o Provinciale o altro Corpo di polizia) coadiuvati da tecnici incaricati dal gestore del Servizio Idrico Integrato.

http://feeds.feedburner.com/blogspot/kuyeF

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*