A scuola con l’agronomo: Il dottor Ercolino fa lezione alla secondaria di Villa

Villa Santo Stefano – L’agronomo tra i banchi: a scuola di ambiente e territorio. La secondaria di primo grado dell’Istituto Comprensivo di Amaseno diretto dalla professoressa Augusta Colandrea, contestualmente alla settimana della cultura organizzata dall’assessorato alla cultura diretto da Franca Colonia, ha assistito, infatti, ad una approfondita lezione tenuta da un vero esperto, il dott. Michele Ercolino. Il noto agronomo ha illustrato ai ragazzi le buone pratiche della filiera bufalina, la cosa più bella di tutto l’incontro è stata la grande manifestazione di interesse mostrata dai ragazzi che hanno inondato il dott. Ercolino di domane davvero intelligenti, di sostanza, pertinenti e di grande competenza. Ma andiamo con ordine e raccontiamo dettagliatamente questa bellissima mattinata in cui i ragazzi hanno partecipato a quella che si chiama “lezione attiva”.

A fare gli onori di casa sono state l’assessore Franca Colonia e la responsabile di sede per la secondaria di primo grado, la professoressa Tania Cipolla. Al centro dell’intervento dell’agronomo la loro terra, il loro paesaggio, lo scenario che vedono quotidianamente uscendo da casa, le aziende agricole di famiglia, le loro macere a pietra. L’esperto ha spiegato ai ragazzi il grande potenziale occupazionale del mondo agricolo, le grandi opportunità che esso offre soprattutto ai giovani, purché le varie attività si svolgano nel rispetto dell’ambiente, degli animali, del loro benessere e della loro tutela, ma anche garantendo ai lavoratori tutte le protezioni e le tutele possibili per quanto riguarda eventuali rischi. Così come esistono garanzie nei confronti dei consumatori per avere a tavola un prodotto di pregio e soprattutto garantito dal punto di vista igienico-sanitario. Buone pratiche agricole e benessere animale, tradizione ed uso delle macere (terrazzamenti degli oliveti fatti con muri a secco).

Molto bella l’introduzione della signora Franca Colonia che, rivolgendosi ai ragazzi con una serie di aneddoti personali, ha sottolineato quanto sia importante riscoprire la campagna della splendida cittadina lepina e come il concetto di “AgriCultura” sia un concetto molto importante per creare occupazione e sviluppo, per proporre un modello di vita e sana e soprattutto per dare lavoro alle nuove generazioni. Alla fine della bellissima mattinata i ragazzi hanno ringraziato e salutato l’agronomo che si è messo a disposizione degli studenti per qualsiasi consulenza.   Marco Bravo

 

 

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*