Crisi idrica: Un dramma anche per il Macchione

Villa Santo Stefano – Anche Villa Santo Stefano sta vivendo un periodo di forte crisi idrica. E’ la contrada del Macchione, però, a risentire di più della scarsità di acqua, dai rubinetti non esce acqua da settimane tanto che i cittadini stanno cercando di andare avanti facendo molti sacrifici. Sono proprio gli abitanti di questa zona che ci fanno il punto di tutta la situazione rimarcando le criticità ed il bisogno di interventi concreti. Andiamo con ordine. Sul Macchione, stupenda zona collinare insita nel comune rurale di Villa Santo Stefano, per intenderci la parte alta formata da un insediamento che dista dal paese 5 chilometri e conta 400 abitanti, su 200 famiglie, non arriva acqua in maniera continuativa. Con pause anche di settimane. La contrada riesce ad andare avanti grazie all’impegno del vice sindaco Arturo Cipolla e delle forze autonome del paese che cercano con ogni mezzo di portare acqua con le cisterne. Chi ha animali tipo bufale e vacche, che abbisognano di molta acqua al giorno, si vede costretto a prendere acqua con mezzi propri, quindi a sostenere costi aggiuntivi, nella parte bassa del paese, alla fontana del Rivo (vicino il santuario della Madonna dello Spirito Santo). Quindi i disagi ed i sacrifici sono enormi. Per quanto riguarda le persone, molti cittadini suggeriscono all’ente gestore del servizio idrico in Ato4, di riempire il vecchio serbatoio situato proprio sulla contrada Macchione (Casavicchio). Forse grazie ai lavori sulla rete idrica che da circa un mese sono in corso, si riuscirà a rifornire tutto il paese. Finora, sui Macchioni, è un’estate da dimenticare. Marco Bravo

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*