Villa Santo Stefano: Grande affluenza e grande successo … Bau security

Villa Santo Stefano – Un successo enorme ed una grande prova di civiltà e di rispetto per gli animali, di senso civico e di bisogno di regole certe e sicure. A Villa Santo Stefano, l’iniziativa fortemente voluta dal sindaco Giovanni Iorio per mettere i micro chip ai cani randagi e non, ha registrato picchi d’affluenza mai visti non solo per un piccolo comune ma anche per centri di ben più grosse dimensioni, compresa la stessa Frosinone. Ben 143 i cani microchippati, a dimostrazione che la risposta dei cittadini è stata davvero ampia. Merito anche dell’organizzazione che ha saputo promuovere la campagna ed ha mostrato la massima disponibilità e cortesia. Lo stesso sindaco, entusiasta, ha ringraziato pubblicamente il segretario provinciale dell’associazione CON.F.A.V.I, Gianfranco Frasca; il locale circolo cacciatori “Leo Giuseppe” confederato Confavi, guidato da Alessandro Lucarini e Maurizio Iorio, che ha curato anche la grafica del materiale informativo; il Circolo Ambientale provinciale Guardie Zoofile, presente con le guardie Valter Schembre e Stefano Celli; Annamaria Amadio, madrina dell’evento, da anni impegnata nella lotta al randagismo, che ha registrato i 143 cani ed i relativi proprietari. Un continuo di padroncini che hanno fatto chippare il proprio amico a 4 zampe dallo staff di esperti e dal veterinario di zona Luciano Notarnicola, che hanno lavorato ore ed ore per far si che le operazioni si svolgessero al meglio. Ed è stato record provinciale. Quasi 150 cani i cani che, in maniera gratuita, sono stati dotati di dispositivo che ora consentirà sicurezza e garanzia per la loro incolumità e quella degli esseri umani. Ogni cane potrà essere così monitorato e seguito, un gesto d’amore per il proprio fido ed un sicuro strumento per la battaglia contro il randagismo.
MARCO BRAVO

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*