La Terra dei Fuocherelli

Amaseno – Diossine, idrocarburi policiclici aromatici e centinaia di altre sostanze, molte delle quali con accertato potere cancerogeno. E un odore tremendo, che si fatica a respirare.
E’ quello che capita sempre più frequentemente, secondo le lamentele di decine di cittadini esasperati dall’olezzo prodotto dalla bruciatura di residui di potatura cui sempre più spesso molti aggiungono plastiche, polistirolo, contenitori in plastica e pneumatici.

Una pratica diffusa e vietata che, pero’, è estremamente difficile da arginare, visto che i fuochi vengono appiccati di norma alle prime ore del mattino o dopo il tramonto, proprio per evitare controlli e rischiare multe salate.

Oltre ai potenziali pericoli per la salute, i fumi prodotti dalla combustione delle sostanze plastiche tendono ad accumularsi nell’ambiente prolungando gli effetti nocivi per anni, le plastiche bruciate producono fumi densi e appiccicaticci che si depositano anche sui panni stesi ad asciugare, sugli infissi e le abitazioni prossime ai roghi.

1 Commento

  1. Povero Amaseno….io risiedo da quarantasei a Biella (come la chiamo io… , profondo nord) e da 3/4 anni non vengo più neanche d’estate, ma da notizie che apprendo da amici e parenti con i quali sono in costante contatto, e dal vostro giornale on line (complimenti sempre puntuale e preciso ), Amaseno lo porto sempre nel cuore, d’altronde i miei primi vent’anni li ho vissuti li; quanto sano antagonismo c’era tra San Pietro e Santa Maria, quanto divertimento con poco o niente con i coetanei Totto, Marino, Remigio (mio cugino), Bruno, Mario il gobetto, Fabrizio (il medico)…e molti altri che non mi vengono in mente e mi riferiscono che tante cose sono cambiate, che l’aria molto spesso è irrespirabile con odori nauseabondi….che pena, se a questo si aggiunge l’assenza di acqua per tutta l’estate passata e che non è stata ancora risolta…e pensare che è sempre stato il paese dell’acqua; che peccato è vedere tutti questi problemi, mi rattristano anche se sono lontano.
    Approfitto per mandare un saluto ai miei compaesani tutti,
    con affetto
    Carlo Pisterzi

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*