San Francesco Caracciolo protettore dei cuochi

Ceccano – San Francesco Caracciolo protettore dei cuochi è stato raccontato ai ragazzi in un momento davvero di grande intensità culturale, religiosa ed umana. La lunga storia di San Francesco Caracciolo ha aperto loro il cuore perché la figura storica, sociale, religiosa ed umana del santo partenopeo compatrono di Napoli, protettore dei cuochi, è stata raccontata dal generale
dell’ordine dei Caracciolesi padre Raffaele Mandolesi, presso i locali dell’IIS alberghiero di Ceccano, diretto dalla professoressa Alessandra Nardoni, lo scorso giovedì 19 ottobre. Apresenziare l’incontro, il vice preside Domenico Crocca che ha rimarcato l’importanza di questo tipo di interventi formativi. La manifestazione organizzata dai professori Loredana Alviti e
Antonio Vinciguerra ha davvero un valore enorme per i nostri studenti che si affacciano alla vita ed al mondo del lavoro. Studiando dettagliatamente le vite dei santi e dei beati, analizzando e
comprendendo le loro vicissitudini, saranno in grado di tracciare anche un profilo storico, artistico e letterario di tali grandi biografie. In questo particolare caso, il richiamo tematico con il patrono dei cuochi è stato, poi, molto interessante per la loro futura carriera. Durante la conferenza i relatori hanno annunciato e illustrato un altro grande appuntamento. il 29° Congresso nazionale dei cuochi che si terrà a Napoli presso la mostra d’Oltremare, un evento unico, voluto dalla Federazione
italiana cuochi e dall’Urcc, unione regionale cuochi campania. All’incontro una presenza d’eccezione, Nicola Caracciolo discendente diretto di Ascanio (Francesco) Caraccciolo che ha esposto ai ragazzi l’importanza della solidarietà cristiana attraverso le varie iniziative legate a San Francesco Caracciolo che vanno dai cammini di fede alle opere missionarie in Africa, come la
costruzione in Congo di un istituto alberghiero e del valore enorme di opere come le adozioni a distanza.
Marco Bravo

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*