Giovanni Iorio e Maurizio Iorio i candidati a sindaco nelle amministrative del 26 maggio a Villa

Sarà una corsa a due quella per la poltrona di sindaco a Villa Santo Stefano. Dopo un anno di commissariamento, sono ormai alle porte le votazioni che ridaranno al paese una guida politica. Nel segno del restauro, però, perché a fronteggiarsi saranno due ex sindaci, per un periodo anche stretti collaboratori, fianco a fianco, dalla stessa parte. Stiamo parlando di Giovanni Iorio, il sindaco esautorato da una parte della sua maggioranza che non ha fatto passare il bilancio consuntivo in consiglio aprendo la strada al commissariamento, e di Maurizio Iorio, storico sindaco del paese dal 1995 al 2004, che vantava nella sua maggioranza proprio Giovanni Iorio, nel ruolo di vicesindaco. Adesso i due si fronteggeranno in una sfida che sa di rivincita per tutti. La candidatura di Giovanni Iorio era nota, visto che si è sempre detto fermamente convinto di ricandidarsi per completare il progetto della sua “Uniti per Villa”, questa volta con compagni più “fedeli”. Meno scontata, invece, la scelta di tornare in gioco di Maurizio Iorio, che aveva visto succedergli la figlia Enrica Iorio, per cinque anni alla guida di Villa. <<Dopo una  lunga riflessione – queste le sue dichiarazioni – ho deciso di accettare la  proposta che numerosi concittadini  mi hanno rivolto di candidarmi a Sindaco soprattutto a seguito della grave situazione in cui versa il nostro paese commissariato un anno fa  per la mancata approvazione del rendiconto di gestione. Sono consapevole che non sarà una impresa facile, ma essendo riuscito a comporre una buona formazione costituita da persone motivate e coese prevalentemente giovani, desiderose di dare vita ad un radicale cambiamento, ho sentito la necessità di mettere a loro disposizione la mia esperienza consentendo di moltiplicare le loro potenzialità ed avviarle con successo a gestire il futuro di Villa Santo Stefano, perchè per tutti noi: l’Obiettivo è Villa!>>.  Non resta ora che conoscere i nomi dei componenti ufficiali delle due liste, dove non mancheranno le sorprese, perché già molti amici e nemici di un tempo, sembrano essere diventati degli ex. MB

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*