Jazz’o-Live Migrant Jazz giunge alla II^ edizione: da non perdere

Il 24 luglio presso il monumento alla Mamma Ciociara, a Castro dei Volsci, si esibirà il Trio Palermini- Renzi- Tombolesi

Un evento cui gli appassionati della buona musica non potranno mancare, si terrà mercoledì 24 luglio a Castro dei Volsci, presso il Balcone della Ciociaria, sotto il monumento alla Mamma Ciociara. Musica jazz di qualità per la seconda edizione di Jazz’o-Live, che quest’anno vedrà salire sul palco castrese il trio formato da Filiberto Palermini (sassofono), Gianluca Renzi (contrabbasso),  Paolo Tombolesi (pianoforte). Inizio alle 22.

Per la prima volta si riuniscono tre musicisti di origine ciociara che in passato hanno condiviso in formazioni diverse molte importanti esperienze musicali. Tutti e tre legati al territorio anche per aver condiviso un percorso di studi jazzistico all’interno del Conservatorio di Musica L. Refice di Frosinone sotto la guida del maestro Gerardo Iacoucci, il primo in Italia a istituire i corsi di jazz riconosciuti dal Ministero.

Mentre Renzi si trasferisce a New York dove si afferma tra i migliori interpreti del contrabbasso jazz nel mondo, Palermini e Tombolesi si distinguono come docenti del Conservatorio di Frosinone dove proseguono la tradizione dei corsi di jazz mettendo a frutto la loro esperienza consolidata anche nell’ambito della didattica.

Il repertorio della serata abbraccia le pagine più famose della canzone americana interpretate attraverso un approccio al materiale tematico estremamente vario e duttile maturato con l’approfondimento dei vari ambiti stilistici del jazz e non solo. Un approccio semplice seppur articolato e denso d’idee che si sviluppano seguendo il naturale alimentarsi dell’interplay: un flusso sonoro continuo frutto della ispirazione del momento.   

<<Jazz’o-Live – ci dicono gli organizzatori – è un evento che nasce da un ritorno, quello del musicista statunitense Phil Palombi, nel paese da dove suo nonno partì nell’immediato dopoguerra per emigrare negli Stati Uniti, come molti fecero in Ciociaria. Phil Palombi ha dato inizio a questa manifestazione l’anno scorso e i temi che vogliamo portare avanti sono quelli del ritorno, dell’incontro, del viaggio, del suonare insieme in un luogo che faccia da raccordo a musicisti che “migrano” in tutto il mondo….questo luogo ideale ma reale allo stesso tempo, è Castro dei Volsci e in particolare il balcone della Ciociaria…. Quest’anno Gianluca Renzi, di origine ciociara ma stabile a New York, torna e incontra i suoi amici di studio e di gioventù Filiberto Palermini e Paolo Tombolesi, per dare vita ad una jam session di alto valore musicale>>.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*