Affidati i lavori per la manutenzione straordinaria del complesso dell’Auricola

Le opere saranno realizzate grazie ad un vecchio contributo della Regione Lazio di 70.000 euro

Sarà la ditta Cominio srl ad eseguire i lavori di manutenzione straordinaria e di messa in sicurezza dell’immobile rientrante nel complesso del Santuario dell’Auricola. Opere finanziate per 70.000 euro dalla Regione Lazio che, nell’aprile del 2017, aveva approvato un bando pubblico per la concessione di contributi da destinare alla ristrutturazione dei beni confiscati alla criminalità organizzata con il preciso scopo di favorirne il riutilizzo e la fruizione sociale. Visto che proprio nel 2017 lo Stato ha trasferito al patrimonio indisponibile del comune di Amaseno tutti i beni una volta appartenenti alla società “Auricola Collina Paradiso” per fini sociali, l’avviso pubblico della Pisana per il municipio amasenese è stato un’occasione da non perdere per eseguire i lavori più urgenti sugli immobili che erano ormai in stato di abbandono da diversi anni. Il progetto presentato dal comune è stato subito accolto a finanziamento, con fondi assegnati già dal novembre 2017, anche se, poi, alcuni problemi sono nati con la Sovrintendenza alle Belle Arti per l’esistenza di vincoli paesaggistici, come sottolineato dallo stesso sindaco di Amaseno in aula consiliare. Problemi che ora sembrerebbero superati, vista almeno l’urgenza delle opere di messa in sicurezza da eseguire. Come superate sembrerebbero le acquisizioni in sanatoria cui lo stesso comune era stato sollecitato anche dall’Agenzia Nazionale per l’amministrazione e la destinazione dei beni sequestrati e confiscati alla criminalità organizzata nel corso dell’incontro ufficiale per l’assegnazione del bene al suo patrimonio. Sta di fatto che, adesso, i lavori per la riconversione sociale del complesso del Santuario della Madonna dell’Auricola, su progetto redatto dall’ing. Franco Mariangela, verranno eseguiti. Vista la loro assegnazione alla ditta Cominio srl (che ha presentato un ribasso d’asta arrivando alla somma complessiva di 52.163,22 euro di cui 42784,74 per lavori ed oneri di sicurezza) attraverso la nomina di un’apposita commissione composta dall’ing. Francesco Bianchi, dal geom. Marco Ruggeri e dal Sig. Marcello Lucidi, tutti dipendenti comunali. In attesa, poi, di conoscere la definitiva destinazione sociale del bene, finora utilizzato prevalentemente come location per convegni e seminari. Sempre a proposito del bel colle dell’Auricola, va detto che anche il Santuario stesso avrebbe bisogno di lavori di sistemazione. Dopo il ripristino della copertura da cui si infiltrava acqua causando non pochi danni agli affreschi sottostanti, realizzata attraverso l’intervento della Sovrintendenza, adesso è la pavimentazione ad aver bisogno di qualche ritocco, soprattutto all’ingresso, dove si notano sollevamenti e spaccature.

Stesso discorso per le vetrate e gli intonaci delle volte, sempre nel porticato d’ingresso.

Come all’interno della Chiesa.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*