Amaseno 2013, l’erba del “COMUNE” vicino è sempre più verde

Tornano a farsi sentire i consiglieri della lista Amaseno 2013, Ernesto Gerardi, Mario Colagiovanni e Vittorio De Lellis. Ad innescare le loro riflessioni, un recente comunicato del sindaco del vicino comune di Vallecorsa. Tra le altre cose, con esso si annuncia ai cittadini la riduzione della Tari grazie all’introduzione della raccolta differenziata, partita dalla scorsa primavera. <<Praticamente, il servizio di raccolta differenziata nel comune di Vallecorsa è cominciato nello stesso periodo di Amaseno – commentano i consiglieri d’opposizione – In meno di un anno Vallecorsa ha già risparmiato circa 100.000 euro e questo comporterà una riduzione della tassa sui rifiuti comunali di circa il 20% nel 2020, come annunciato dallo stesso sindaco. E non stiamo parlando di una lontana cittadina del Nord, ma di un comune a noi vicino, a confine. Chissà se anche ad Amaseno i cittadini potranno beneficiare di qualche abbassamento di questa tassa. Ad oggi non ci sono annunci in tal senso da parte del sindaco o della maggioranza, e difficilmente crediamo che possano esserci così a breve, come accaduto a Vallecorsa. Visti gli aumenti iniziali, tutto il trambusto legato all’affidamento del servizio, i disservizi ed i disagi subiti dagli amasenesi, da noi più volte denunciati, in ultimo le spese legali che il comune dovrà affrontare per difendersi dal ricorso al Tar Lazio di una ditta contro l’ordinanza contingibile ed urgente n.48 del 30 ottobre scorso, con cui il sindaco ha inteso affidare temporaneamente il servizio a nuova ditta, per l’emergenza creatasi con lo stop della Tac ecologica, vincitrice della gara originaria ma poi commissariata per vicende giudiziarie, fino al fermo. Purtroppo, come abbiamo detto più volte, qui ad Amaseno siamo partiti tardi e male, ma siamo stati anche impreparati quando si è dovuto affrontare il cambio di gestione. Se a questo aggiungiamo che, secondo quanto affermato dalla stessa maggioranza in consiglio, bisogna affidarsi ai responsabili di servizio perché le cose vadano bene, senza nessuna possibilità di indirizzo politico, allora le cose si complicano e le speranze si affievoliscono, con questo “lavarsi” le mani. Per quanto bravi possano essere i nostri dipendenti comunali>>. Non finisce qui, perché a venire sottolineato ironicamente dal gruppo Amaseno 2013 è anche il finanziamento ricevuto sempre dal vicino comune di Vallecorsa, per rifare le strade, per ben 900.000 euro. Anch’esso riportato nel comunicato ai cittadini vallecorsani: <<Qui ad Amaseno non ci sono nemmeno i soldi per riempire le buche, oramai una costante delle nostre strade, mentre a Vallecorsa ottengono 965.380 euro dal Ministero dell’Interno per la sistemazione viaria. Di tutto questo, sia ben chiaro, a noi dispiace, per il bene del paese vorremmo che le cose cambiassero o fossero diverse da quanto diciamo. Siamo infatti pronti ad essere smentiti con piacere. Intanto andiamo avanti nel nostro ruolo di amministratori, seppure di minoranza, sollevando i problemi e le criticità, facendo comunque tutto quanto nelle nostre possibilità, come nel caso dell’isolamento telefonico di via Vettia, adesso risoltosi, non avendo gli strumenti per agire direttamente. Amaseno ormai sembra un comune commissariato, senza una vera guida politico-amministrativa, dove si va avanti per inerzia ed emergenze, non per programmazione>>.   

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*