Ufficiale il primo caso positivo al Covid-19 a Castro dei Volsci, l’annuncio del sindaco Massimo Lombardi

A fargli eco le parole via Facebook del vicesindaco Leonardo Ambrosi che rinnova l’appello alla responsabilità di tutti

Non si poteva certo pensare di rimanere indenni in zona dalla Pandemia che, ora dopo ora, vede crescere i casi di contagio in Provincia, nel Lazio, in Italia e nel mondo. Per questo bisogna rimanere chiusi in casa, per evitare che si entri in contatto con chi è contagiato e, soprattutto, non lo sa. Intanto a Castro dei Volsci, l’annuncio del primo caso conclamato di positività da parte del sindaco Massimo Lombardi attraverso una lettera alla cittadinanza pubblicata sul sito istituzionale del comune. I giorni prossimi serviranno a sapere se ce ne saranno altri. 

<<Soltanto oggi, abbiamo avuto conferma dalla ASL del primo, e unico al momento, caso di positività al Covid-19 di un nostro concittadino al quale vanno, da parte di tutta l’amministrazione comunale, gli auguri di una pronta guarigione – il testo della lettera alla cittadinanza del sindaco Massimo Lombardi – La persona interessata al momento è ricoverata in ospedale ed è in buono stato di salute, mentre i familiari sono stati,tempestivamente, posti in quarantena e gli Enti preposti hanno disposto la sorveglianza per coloro che sono stati in stretto contatto con il paziente. Vi invito a vivere con una maggiore tranquillità le notizie che vi giungono in modo non ufficiale ed a una maggiore fiducia nei confronti della Vostra Amministrazione, che silenziosamente con l’aiuto delle strutture comunali e dei volontari della Protezione Civile, i Royal Wolf Rangers del Lazio, sta svolgendo il proprio compito di contenimento e contrasto al virus adottando ogni misura utile nel rispetto delle Leggi e delle comunicazioni che stanno arrivando dagli Enti preposti. Per esempio chiudendo con la massima tempestività gli uffici pubblici ed attivando il C.O.C. appena il confinante Comune di Ceprano ha denunciato il primo caso di positività, così come previsto dal Dipartimento di Protezione Civile presso il Consiglio dei Ministri. Perché tutto questo possa avere una maggiore efficacia, abbiamo, però, bisogno anche dell’aiuto di tutti voi innanzitutto con il rispetto delle regole, magari non recandosi tre volte al giorno ad acquistare generi alimentari, evitando quindi, ogni spostamento e acquistando i beni di prima necessità una volta a settimana. Approfitto per comunicarvi che alla luce dei nuovi avvenimenti il mercato settimanale sarà chiuso da oggi al 03 aprile, salvo proroga. Vi comunico, inoltre, che l’I.S.P.R.A. ha chiarito la non utilità dell’uso dell’ipoclorito di sodio (varecchina) per il lavaggio all’aperto e anzi ha lanciato un allarme per il possibile inquinamento delle falde acquifere. Continuerete a trovare notizie utilie tempestive, come sempre, sul sito istituzionale del Comune e sull’applicazione In Castro>>.

Queste, invece, le parole del vicesindaco Ambrosi: <<Come era ormai inevitabile considerato che la mappa del contagio inizia a diventare sempre più omogenea, è arrivata solo oggi la conferma ufficiale di un primo caso di positività al Covid-19 anche a Castro dei Volsci. Per ovvi motivi di privacy non vengono rese note le generalità e non è ammessa alcuna caccia al nome sotto questo post che servirebbe solo a far ulteriormente del male a chi sta già soffrendo in un letto di ospedale.

Siamo in contatto telefonico con la famiglia in isolamento della persona colpita dal virus ed abbiamo fatto arrivare loro la vicinanza di tutta l’amministrazione e gli auguri di pronta guarigione.

Per quanto riguarda invece la situazione sul territorio mi viene da dire che non ci siamo ancora. Ci sono troppe persone in strada.

Da una parte ci sono tanti di voi, sicuramente la stragrande maggioranza, che stanno rispettando le regole. Dall’altra parte c’è chi se ne va in giro senza una reale necessità. Non possiamo permetterci questi atteggiamenti così irresponsabili.

Da qualche giorno con la collaborazione della protezione civile stiamo annunciando con i megafoni e per le contrade del paese alcune buone pratiche comportamentali, su tutte quella di evitare ogni spostamento e di acquistare i beni di prima necessità in quantità sufficiente alle esigenze settimanali.

Un’occasione anche per mettere in guardia i furbetti e far saper loro che le auto dichiarazioni saranno oggetto di severi controlli e che abbiamo chiesto a tutte le forze dell’ordine di intensificare i posti di blocco.

Ricordo a tutti che il Comune ha attivato un numero per il recapito di beni di prima necessità e farmaci a domicilio rivolto alle persone con patologie e non autosufficienti e per i soggetti in quarantena fiduciaria.

Per il servizio e per ogni altra informazione è possibile chiamare il Centro Operativo Comunale al n. 0775.1685519

Pubblicizzeremo nelle prossime ore nuove ed interessanti iniziative rivolte a tutta la cittadinanza
>>.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*