Ancora casi di TBC tra le bufale amasenesi?

Nella giornata odierna torna l’incubo TBC per le bufale di Amaseno. E’ quanto si può dedurre dall’ Ordinanza n°37 emessa in data odierna dal Sindaco di Amaseno. L’ordinanza non specifica l’infezione, che riguarda un solo capo bufalino, ma dalle indiscrezioni raccolte sembra si tratti proprio di TBC. L’ordinanza, come da prassi, prescrive i provvedimenti a carico del bestiame infetto e la profilassi da mettere in atto per limitare il focolaio di infezione:

  • Isolamento e sequestro in separato ricovero o almeno in un idoneo posto della stalla comune, sino ad avvenuta macellazione, con divieto di utilizzo di abbeveratoi comuni
  • Marcatura dell’orecchio destro con asportazione di un lembo di padiglione a forma di T
  • Disinfezione periodica della stalla, particolarmente delle poste occupate dagli animali infetti
  • Divieto di utilizzazione del latte per alimentazione umana, che potrà essere usato per gli animali previa bollitura
  • Divieto di monta
  • Divieto di qualsiasi movimento da e per l’allevamento infetto, salvo che per la macellazione immediata previa autorizzazione
  • Obbligo di macellazione entro 30gg dalla notifica dell’atto
  • .

http://feeds.feedburner.com/blogspot/kuyeF

1 Commento

  1. L'animale sospettato, dopo la macellazione è risultato negativo, con tutti i danni conseguenti per l'azienda, danni che ai NAS e ASL non importa nulla

Rispondi a Anonimo Annulla risposta

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*