…cambiare per informare meglio

Comunicare ed informare sono dei processi dinamici, fili che legano le persone e le loro attività mutati a seconda del tempo. Abbiamo sentito la necessità di un restauro, di rifarci il maquillage e di essere più al passo con i tempi, con le esigenze dei lettori e di un sistema commerciale e sociale sempre più esigente. Anche per far sì che, dall’esterno, il nostro territorio venga visto come un bacino di eccellenze, una terra di lavoro che offre e regala opportunità speciali, di grande spessore sensoriale: la valle dell’Amaseno propone se stessa con le tre A, allevamento, arte, ambiente. Insomma, un nuovo prodotto, più plastico, malleabile ed adatto alla nuova realtà del territorio che stiamo vivendo, della bassa Ciociaria e del Lazio. Ampio spazio a tutti i settori di maggiore interesse, cronaca, agricoltura, notizie utili, informazioni al cittadino, gastronomia, turismo, politica, economia e tantissimi altri comparti di pubblica utilità. Come direttore mi auguro che questo nuovo viaggio porti fortuna a tutti noi e che si aprano nuove rotte culturali, commerciali ed umane. Ovviamente invitiamo tutti i cittadini a contribuire al nostro giornale con segnalazioni, articoli ed altro.
….il direttore, Lara Celletti

Lara Celletti
Informazioni su Lara Celletti 321 Articoli
La prima giornalista donna delle nostre zone, iscritta all'ordine dal 1996, laureata in lettere moderne nel 1996 e scienze dell'educazione nel 2010 presso l'ateneo di Cassino. Insegnante di lettere presso IPSSEOA di Ceccano. Ha lavorato presso giornali nazionali come Il Tempo ed Il Messaggero (redazioni di Frosinone) Ciociara oggi e l'Inchiesta di Cassino. Ha pubblicato un saggio di storia locale sul Busto di San Tommaso Veringerio, finanziato dall'amministrazione provinciale di Frosinone. Contemporaneamente dopo l'acquisto ed il restauro a proprie spese di stabili antichi, nel centro storico di Amaseno, ha creato locazioni idonee per tutte le possibilità a pochi passi dalla collegiata gotica di Santa Maria

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*