Visita a Faicchio entusiasmo per gli studenti, tra vino e cibi di nicchia

Ceccano – Non sono semplici gite ma azioni formative di indirizzo, analisi strutturate funzionali alla conoscenza ed alla valorizzazione delle tipicità italiane. Prima di Natale, nella splendida regione campana e precisamente a Faicchio, in provincia di Benevento, visita aziendale, e soprattutto esperienziale, per gli alunni delle classi 3E (Cucina e Ricevimento)-3H-3I-4H (sala) dell’IPSSEOA di Ceccano diretto dal D.S. Prof.ssa Alessandra Nardoni con la collaborazione del prof. Domenico Crocca. Accompagnati dai docenti: Graziella Cedrone, Laura Fiacco, Daniela Iacovella, Marilena Perciballi, Cesare Capolungo, Eliana Di Stefano e Adriana Maribella Magnante, i giovani studenti si sono ritrovati nella s plendida, suggestiva ed elegante tenuta “La Fortezza”, ideale location per ogni evento, louisire e business, immersa nella immensa campagna coltivata a vigneti con uva dalle qualità pregiate di Aglianico, considerato “Il Barolo Del Sud”, Falanghina, Greco e Fiano, vini secchi e frizzanti apprezzati ed esportati in tutto il mondo. Piacevole la visita alla cantina “La Fortezza” con degustazione dell’ultimo prodotto innovativo della casa vinicola: lo spumante Falanghina frizzante, e tantissime le nozioni apprese sul processo lavorativo dei vini. Simpatica la passeggiata all’interno della Fortezza per la presenza delle “casette natalizie” che esponevano prodotti di artigianato e di enogastronomia locale, come interessante la visita aziendale al birrificio “Saint Jhons Beer” dove il proprietario ha illustrato molto chiaramente tutto il processo di produzione della birra dall’utilizzo delle selezionate materie prime: acqua, orzo e luppolo, fino all’imbottigliamento per il mercato nazionale ed estero. La birra artigianale, un prodotto di nicchia, che insieme a tante altre specialità del territorio come vino, salumi, olio e soprattutto mozzarella di bufala, concorre a far conoscere, apprezzare ed amare le nostre eccellenze enogastronomiche, i fiori all’occhiello della gastronomia italiana, tra storia, tradizione, arte e leggenda. Una nota di merito
per gli alunni partecipanti che hanno dimostrato competenza, professionalità, aggregazione e integrazione. Un ringraziamento speciale è stato rivolto al prof. Marino Maturo che ha collaborato nel realizzare la visita aziendale.

Lara Celletti
Informazioni su Lara Celletti 573 Articoli
La prima giornalista donna della Valle dell'Amaseno, tra le province di Frosinone e Latina, iscritta all'ordine nazionale dei giornalisti (pubblicisti) Lazio - dal 1996, laureata in lettere moderne nel 1996 e scienze dell'educazione nel 2010 presso l'ateneo di Cassino, Frosinone. Insegnante di lettere presso IPSSEOA di Ceccano. Ha lavorato in giornali nazionali come Il Tempo ed Il Messaggero (redazioni di Frosinone) Ciociara oggi e l'Inchiesta di Cassino. Ha pubblicato un saggio di storia locale sul Busto di San Tommaso Veringerio, finanziato dall'amministrazione provinciale di Frosinone. Dopo l'acquisto autonomo ed il restauro a proprie spese di stabili antichi, nel centro storico di Amaseno, ha creato locazioni idonee per tutte le possibilità economiche a pochi passi dalla collegiata gotica di Santa Maria in Amaseno in provincia di Frosinone. Attualmente presso l'IIS Ceccano FR tiene un progetto laboratorio di giornalismo e comunicazione con gli studenti. Oltre che di Amaseno News è stata direttore dei giornali: La Voce di Villa (edito è stampato dal comune di Villa Santo Stefano) InformAmaseno (edito dal comune di Amaseno) e La Voce di San Giovanni (paese in provincia di Frosinone dove attualmente risiede)

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*