Il M5S incalza il sindaco Antonio Como: più trasparenza sui verbali delle sedute consiliari

Presentata una mozione per la loro approvazione in consiglio

il gruppo di attivisti – meet up M5S di Amaseno

Il rappresentante della lista pentastellata in consiglio comunale, Giuseppe Guarcini, ha protocollato in municipio, lo scorso 15 marzo, una mozione avente ad oggetto: Approvazione verbali sedute precedenti. Sebbene non esista uno specifico obbligo giuridico di sottoporre al voto dell’assemblea il contenuto dei verbali relativi a discussioni e manifestazioni di volontà dei punti in ordine del giorno già deliberati, a prevederlo sarebbe lo stesso regolamento per il funzionamento del consiglio comunale. In particolare, come evidenziato nella mozione, sarebbe il punto 2 dell’art.61 a stabilire che il presidente dell’assemblea (nella fattispecie il sindaco), in apertura d’assise, chieda ai consiglieri  se ci siano osservazioni relative sui verbali della seduta precedente. In assenza, gli stessi verbali verrebbero approvato all’unanimità. Del resto, anche la prassi ormai consolidata un po’ ovunque, inserisce come primo punto delle adunanze consiliari, proprio l’approvazione dei verbali delle sedute precedenti. Non si mette in discussione, quindi, la validità delle delibere, piuttosto l’attività documentale dell’atto, espressa appunto dal verbale. Il consigliere Guarcini ha, perciò, inteso coinvolgere gli altri membri del consiglio affinché il sindaco Antonio Como, in qualità di presidente dell’assemblea, inserisca nell’ordine del giorno delle sedute dei consigli comunali, al primo punto, proprio l’approvazione dei verbali delle sedute precedenti. Come di formulare in maniera esplicita, secondo quanto disposto dal punto 2 dell’art.61 del regolamento comunale sul funzionamento del consiglio, la richiesta ai membri dell’assise di eventuali osservazioni sui verbali in approvazione. La questione, quindi, dovrebbe approdare presto in consiglio ed innescare una delicata discussione sul merito. Vedremo. Marco Bravo     ff

Lara Celletti
Informazioni su Lara Celletti 321 Articoli
La prima giornalista donna delle nostre zone, iscritta all'ordine dal 1996, laureata in lettere moderne nel 1996 e scienze dell'educazione nel 2010 presso l'ateneo di Cassino. Insegnante di lettere presso IPSSEOA di Ceccano. Ha lavorato presso giornali nazionali come Il Tempo ed Il Messaggero (redazioni di Frosinone) Ciociara oggi e l'Inchiesta di Cassino. Ha pubblicato un saggio di storia locale sul Busto di San Tommaso Veringerio, finanziato dall'amministrazione provinciale di Frosinone. Contemporaneamente dopo l'acquisto ed il restauro a proprie spese di stabili antichi, nel centro storico di Amaseno, ha creato locazioni idonee per tutte le possibilità a pochi passi dalla collegiata gotica di Santa Maria

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*