Trash park in pieno centro

i cittadini segnalano e chiedono interventi immediati soprattutto contro gli insetti

Incolto, sporco e pericoloso. Non può essere definito diversamente il mini parco giochi (quel che ne resta) che si trova all’incrocio della centralissima via Aldo Moro. Si tratta di una delle strade più trafficate del paese ed il “parco dell’indecenza” fa bella mostra di sé agli occhi dei passanti. Invece di ospitare bambini in festa e mamme sedute sulle panchine, è ridotto ad un crogiolo di insetti, erba altissima, rami spezzati e, soprattutto, l’arredo urbano rotto e pericoloso. Quei pochi bambini che tentano la sorte, anzi, il camel trophy tra erba alta, zanzare e panchine rovinate, sono costretti a scappare. Molto pericolose le panchine private delle doghe poggia schiena, come estremamente insidiosi sono i resti di alberi caduti da mesi, dallo scorso febbraio per l’esattezza. Ovviamente, dove non arriva l’incuria arriva il bullo che, a sua volta, trova una zona franca dove “operare” quindi scrivere con pennarelli a vernice e rompere quel poco che ancora è sano, oltre ad abbandonare in terra bottiglie e rifiuti vari. L’area inizialmente era nata come sosta di intrattenimento per bambini ed adulti, finanziata ed attrezzata come parco giochi, ora è impraticabile. Come impraticabile è l’adiacente campetto di calcio, avvolto da erbacce e con le recinzioni divelte proprio lungo il confine con il mini parco.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*