#Acqualatina NoPlastic approda con successo all’Istituto Comprensivo di Amaseno

Un autentico successo la prima tappa del progetto #AcqualatinaNoPlastic, tenutasi nella prima mattinata di Mercoledì 13 novembre presso la sala teatrale della scuola media di Giuliano di Roma “Armando Fabi”. Circa duecentocinquanta gli alunni partecipanti, venti tra insegnanti e personale Ata, davanti ad una folta platea di genitori ma anche di normali cittadini interessati all’evento. Si è cominciato proprio dal comune che è stato il vero ispiratore dell’iniziativa, dal momento che dallo scorso mese di maggio l’amministrazione guidata dal dinamico sindaco Adriano Lampazzi stava pensando ad un coinvolgimento delle scolaresche per sensibilizzare ragazzi e genitori sul tema della salvaguardia ambientale. Cominciando dalla riduzione del consumo di plastica e dalla tutela delle acque. Si è così pensato di rivolgersi al gestore del servizio idrico integrato in Ato4, l’ambito cui appartiene proprio il comune di Giuliano di Roma, perché preparasse un’iniziativa in tal senso. Suggerimento accolto subito di buon grado e sviluppato nel progetto #AcqualatinaNoPlastic che è stato presentato in anteprima proprio nel plesso scolastico giulianese, appartenente all’Istituto comprensivo di Amaseno. Molto entusiasti i piccoli studenti che hanno seguito con attenzione gli interventi del loro sindaco Adriano Lampazzi, dell’assessore all’ambiente Luigi Mastrogiacomo, del consigliere delegato alle politiche scolastiche Alessandro Felici, ma soprattutto dell’amministratore delegato di Acqualatina, l’ing. Marco Lombardi.

Si è parlato di come sia possibile preservare la terra che ospita tutti noi anche con i piccoli gesti, come ridurre il consumo di plastica. A tal fine tutti i ragazzi presenti hanno ricevuto delle borracce in alluminio dove portare l’acqua senza ricorrere alle bottigliette di plastica. Che, in realtà, dovrebbero sparire anche dai dispenser, tanto che il prossimo passo potrebbe essere proprio la sistemazione nelle scuole di erogatori di acqua affinata dove ricaricare le borracce. Tornando all’incontro, a calamitare l’attenzione degli studenti ma anche del pubblico in sala, è stata la presentazione di alcuni video con cui sono stati mostrate dal gestore Acqualatina le principali sorgenti del comprensorio. Non solo attori passivi, però, i ragazzi. Anche loro, infatti, hanno potuto mostrare gli elaborati video realizzati nel corso della settimana “Friday For Future”, sottolineando una sensibilità spiccata verso le problematiche ambientali e trasmettendo un messaggio forte sul bisogno di conservare l’ambiente che ci permette di vivere puntando sulla sostenibilità di tutte le nostre attività ma anche azioni.

Un Prossimo passo dell’amministrazione Lampazzi sul tema della salvaguardia ambientale, su cui si mostra particolarmente attenta, sarà una gara di affidamento per un servizio mensa scolastica plastic free.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*