UNITI SI VINCE

Collegiata Santa Maria Assunta
Collegiata Santa Maria Assunta

Riteniamoci fortunati, siamo in campagna, possiamo uscire in cortile, andare per asparagi, fare passeggiate nel verde. Anche se da soli e senza allontanarsi troppo. Riteniamoci fortunati ma sempre attenti all’emergenza dichiarata, finora ad Amaseno e nei paesi viciniori, per fortuna, nessun caso. Cerchiamo a tutti i costi di applicare le misure stabilite della Presidenza del consiglio dei ministri, per contenere il contagio, restando a casa, uscendo il meno possibile, se non per fare cose improrogabili, come la spesa o andare a lavoro nelle attività ancora aperte, e con le dovute cautele, mantenendo la distanza interpersonale di almeno 1 metro, evitando assembramenti. Tutti insieme, per ricominciare tra qualche tempo con un altro spirito, magari apprezzando di più quello che abbiamo.

Nessuno deve dimenticare il ruolo fondamentale dei social ma anche della famiglia, quindi non siamo soli, anche in casa. Dobbiamo farlo per la salute, nostra, dei nostri cari, dei nostri amici, mai pensando che siamo indenni. Il corona virus fa paura perché si trasmette velocemente, ed ancora non si hanno vaccini o farmaci specifici per debellarlo. Per questo bisogna prendere tempo, evitare che il contagio si allarghi troppo, sia per non intasare gli ospedali sia per consentire di trovare rimedi efficaci in medicina. Amaseno e paesi limitrofi si stanno comportando molto disciplinatamente, pochissima gente in giro, anche grazie a controlli continui e vigili da parte delle forze dell’ordine, dei Carabinieri, il grande aiuto che abbiamo per essere guidati e rassicurati che stiamo facendo bene. Li vogliamo ringraziare.  Anche il comune fa quel che può, oltre un’informazione capillare con tutti gli aggiornamenti, per vie ufficiali o per il tramite degli amministratori, al via stasera una disinfezione del paese, grazie all’opera della protezione civile Ec Amasenus, pronto a prendere qualsiasi misura che possa proteggere i cittadini. L’annuncio, via altoparlante, dello stesso sindaco Antonio Como che ha raccomandato di ancora di restare a casa per vincere insieme la battaglia contro il covid-19.  Anche a loro un plauso, perché hanno il peso delle decisioni e delle azioni, senza potersi permettere scoramenti. Come a chi deve continuare a prestare la sua opera.

Ovviamente, in tutto questo scenario che ci tiene tutti in ansia, ci sono sempre i soliti furbetti che gettano i rifiuti nei fossi e li lasciano in giacenza in campagna e nei boschi.

Lara Celletti
Informazioni su Lara Celletti 518 Articoli
La prima giornalista donna della Valle dell'Amaseno, tra le province di Frosinone e Latina, iscritta all'ordine nazionale dei giornalisti (pubblicisti) Lazio - dal 1996, laureata in lettere moderne nel 1996 e scienze dell'educazione nel 2010 presso l'ateneo di Cassino, Frosinone. Insegnante di lettere presso IPSSEOA di Ceccano. Ha lavorato in giornali nazionali come Il Tempo ed Il Messaggero (redazioni di Frosinone) Ciociara oggi e l'Inchiesta di Cassino. Ha pubblicato un saggio di storia locale sul Busto di San Tommaso Veringerio, finanziato dall'amministrazione provinciale di Frosinone. Dopo l'acquisto autonomo ed il restauro a proprie spese di stabili antichi, nel centro storico di Amaseno, ha creato locazioni idonee per tutte le possibilità economiche a pochi passi dalla collegiata gotica di Santa Maria in Amaseno in provincia di Frosinone. Attualmente presso l'IIS Ceccano FR tiene un progetto laboratorio di giornalismo e comunicazione con gli studenti. Oltre che di Amaseno News è stata direttore dei giornali: La Voce di Villa (edito è stampato dal comune di Villa Santo Stefano) InformAmaseno (edito dal comune di Amaseno) e La Voce di San Giovanni (paese in provincia di Frosinone dove attualmente risiede)

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*