Il Corona Virus non ferma il cuore dell’Avis, 30 sacche di sangue raccolte a Villa Santo Stefano

In piena emergenza Corona virus, con tutti chiusi in casa per evitare contagi, i volontari del sangue di Villa Santo Stefano non hanno voluto far mancare il proprio aiuto agli altri, a chi ha bisogno. Sono tornati a donare, animati dal loro altruismo, con ancora maggiore convinzione, dopo i tanti appelli delle autorità e degli ospedali di continuare a donare per scongiurare la mancanza di sangue, necessario per tanti malati cronici ma anche  per le urgenze. Così oggi, la sezione comunale di Villa Santo Stefano dell’Avis, nota in tutta la provincia per la sua forte dedizione al volontariato, ha organizzato una giornata di raccolta sangue, riunendo i donatori ed arrivando a stipare ben 30 sacche di sangue. <<Un doveroso ringraziamento ai soci che oggi, in un difficile momento, hanno donato 30 sacche di sangue per essere vicini a chi, ogni giorno, necessita di emocomponenti – le parole del presidente dell’Avis santostefanese Marcello Iorio, pregne di gratitudine – Ringrazio, inoltre, con particolare affetto i membri del Direttivo che si sono prodigati ad organizzare, sanificare gli ambienti ed attuare la raccolta secondo le normative vigenti>>. Ricordiamo che se la nostra provincia riesce a raggiungere l’autosufficienza ematica è grazie a questi volontari ed ai loro tanti colleghi disseminati un po’ ovunque, negli altri comuni. Un gesto che è ancor più carico di significato visto il momento delicato che tutti stiamo vivendo, con la paura che il virus ci “aspetti” fuori la porta per attaccarci. Aiutare gli altri, proprio ora, ancor più, dà senso alla nostra vita, alla nostra appartenenza alla comunità e, in generale, all’umanità.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*