Il Corona Virus si combatte anche con la raccolta alimentare, al via quella della Caritas

Non si è mai fermata la sua attività ma, adesso più che mai, c’è bisogno di aiutare le persone più in difficoltà, e si va avanti senza tregua e con convinzione. La Caritas di Amaseno continua ad impegnarsi sul territorio per dare una mano alle famiglie in stato di necessità, adesso aumentate a causa dell’emergenza sanitaria che vede tutti in casa. Questo per molti significa non poter lavorare, neanche per un giorno, almeno racimolare qualcosa per tirare avanti. La prima cosa di cui ora c’è bisogno davvero è il cibo, che va garantito a tutti, anche a chi non ha la possibilità di acquistarne perché ha esaurito o sta per esaurire i suoi risparmi. Scatta allora la gara di solidarietà tra i cittadini di Amaseno, per il tramite della Caritas del posto, che ha organizzato una permanete raccolta alimentare presso gli esercizi commerciali del paese, supermarket ed alimentari. All’uscita dei negozi si troveranno delle scatole da riempire con qualcosa che si è acquistato pensando anche agli altri, a chi ne ha bisogno. Basta anche un semplice pacco di pasta o una confezione di latte, un barattolo di pomodori, olio, sale, zucchero, legumi, carne in scatola, riso, tonno, ma anche prodotti per l’infanzia, dai pannolini ai biscotti, agli omogeneizzati, e così via. Insomma, ognuno certamente per quel che può e vuole, potrà donare del cibo alla Caritas, in modo da aiutarla per soddisfare i bisogni primari di alcune famiglie che ora stanno vivendo o potrebbero vivere, un disagio economico. Un piccolo gesto che si può facilmente trasformare in un’onda di solidarietà, capace di spazzare le angosce di molti concittadini, combattendo anche l’altra battaglia che non è sanitaria, ma sociale, causata dalla pandemia di Covid-19. Ora più che mai, stiamo capendo come sia importante collaborare e quanto preziosa sia la solidarietà come segno distintivo di una comunità.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*