Sul filo dei ricordi …quando furono poste le porte di bronzo a Santa Maria

Non tutti sanno che le porte di bronzo della chiesa di santa Maria sono moderne, precisamente due, quella centrale e la porta di destra, la porta pagana è stata, invece, aperta poco tempo fa. Abbiamo chiesto al signor Virginio Panici di aprire il suo ricchissimo cassetto dei ricordi e di raccontare con immagini e didascalie quelle occasioni in cui Amaseno era detto il Salotto della Ciociaria. Panici target Forza Italia a quei tempi si occupava di un giornale che documentava tutti questi eventi per favorire la diffusione culturale e sociale delle manifestazioni che venivano fatte ad Amaseno. Post 1, Inaugurazione del portale. Fu il risultato della collaborazione tra l’amministrazione comunale guidata dal sindaco dr. Eligio Ruggeti e il parroco il Monsignor don Italo Pisterzi. Alla fastosa inaugurazione cui parteciparono le massime autorità civili e religiose della provincia di Frosinone, la valente pianista di Amaseno, miss Catia Capua, tenne un apprezzato ed applaudito concerto…Post 2 La copertina de “In movimento” mette in evidenza le donne che in quel momento, le prime, si affacciavano alla vita politica e sociale di Amaseno. Le componenti la nuova giunta comunale, le assessori Antonella Popolla (servizi sociali), Isabella Sperduti (cultura) e Luigina Pisterzi (attività agricole), la pianista Catia Capua e l’organista Stefania Capua. Post 3. Amaseno, da sempre, è stato espressione di una grande vivacità politico culturale, sempre attento alla difesa della popolazione più svantaggiata e in contrasto, civile, con “i poteri forti”. Citiamo un avvenimento riportato nel libro del compianto prof. Antonio Esta, che fa riferimento ad altri accadimenti che verranno pubblicati nei prossimi giorni.

Lara Celletti
Informazioni su Lara Celletti 321 Articoli
La prima giornalista donna delle nostre zone, iscritta all'ordine dal 1996, laureata in lettere moderne nel 1996 e scienze dell'educazione nel 2010 presso l'ateneo di Cassino. Insegnante di lettere presso IPSSEOA di Ceccano. Ha lavorato presso giornali nazionali come Il Tempo ed Il Messaggero (redazioni di Frosinone) Ciociara oggi e l'Inchiesta di Cassino. Ha pubblicato un saggio di storia locale sul Busto di San Tommaso Veringerio, finanziato dall'amministrazione provinciale di Frosinone. Contemporaneamente dopo l'acquisto ed il restauro a proprie spese di stabili antichi, nel centro storico di Amaseno, ha creato locazioni idonee per tutte le possibilità a pochi passi dalla collegiata gotica di Santa Maria

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*