COVID19, Amaseno e Villa Santo Stefano: facciamo il punto della situazione

Paura e preoccupazione per il caso ad Amaseno e l’altro a Villa Santo Stefano. Non bisogna abbassare la guardia perché stiamo combattendo contro un nemico terribile, un nemico subdolo che non concede tregua. Un 34enne è andato semplicemente in pellegrinaggio a San Pio ed un altro ad una cena con 40 persone. Ora sono in corso le indagini epidemiologiche per sapere tutti i contatti, i movimenti e le frequentazioni che recentemente hanno avuto queste persone. Sono giovani ed ovviamente hanno una vita sociale intensa tanto da destare preoccupazioni in giro. Il sindaco Antonio Como in un post di ieri invita tutti alla calma e soprattutto al rispetto delle persone e delle regole. Come prima detto, adesso, bisogna solo aspettare l’esito delle indagini e nel frattempo usare la mascherina ed adeguarsi al distanziamento. Soprattutto le persone che rientrano dall’estero o dalle vacanze devono assolutamente fare i controlli o stare in quarantena per tutelare la propria salute e quella degli altri.
In corso le indagini epidemiologiche della Asl per rintracciare sia i partecipanti ciociari al pellegrinaggio, sia i ragazzi che hanno cenato con il giovane di Amaseno. Bisogna solo stare calmi e cercare di adeguarsi alle regole.

Lara Celletti
Informazioni su Lara Celletti 321 Articoli
La prima giornalista donna delle nostre zone, iscritta all'ordine dal 1996, laureata in lettere moderne nel 1996 e scienze dell'educazione nel 2010 presso l'ateneo di Cassino. Insegnante di lettere presso IPSSEOA di Ceccano. Ha lavorato presso giornali nazionali come Il Tempo ed Il Messaggero (redazioni di Frosinone) Ciociara oggi e l'Inchiesta di Cassino. Ha pubblicato un saggio di storia locale sul Busto di San Tommaso Veringerio, finanziato dall'amministrazione provinciale di Frosinone. Contemporaneamente dopo l'acquisto ed il restauro a proprie spese di stabili antichi, nel centro storico di Amaseno, ha creato locazioni idonee per tutte le possibilità a pochi passi dalla collegiata gotica di Santa Maria

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*