Niente Slot al Bar Vetus a Ceccano. “Sono dannose per tutti, meglio i prodotti tipici di Amaseno e ciociari”

Una scelta fatta col cuore non valutando le entrate economiche. Nel locale che si trova in una zona frequentatissima della cittadina fabraterna, Agnese Giuliani di Amaseno propone ai suoi tantissimi clienti un servizio bar ottimo e la possibilità di degustare pizza, specialità nostrane e dolci tipici. Ma è contraria al gioco nel suo locale, niente slot, niente gioco dannoso e subdolo ma solo salute e gusto perché Agnese, mamma di tre figli stupendi, ha rifiutato di far mettere le slot macchine ed altri giochi mangia soldi dentro la sua attività. Da dietro il suo bancone, con la sua famiglia che lavora con lei, Agnese, promuove le specialità ciociare e la pizza a tutti i gusti e per tutti i gusti. Il bar, punto d’incontro, si trova vicino alle scuole, ai negozi ed ai maggior punti di transito. Soprattutto punto di accoglienza per gli studenti che aspettano l’autobus, per gli impiegati, gli insegnanti e tutti coloro i quali si recano da quelle parti per le ragioni più disparate. Vedere persone che si distruggono la vita davanti alle macchinette per giocare è una sconfitta sociale, soldi buttati, soldi tolti alle famiglie, denaro tolto alla normalità quotidiana, denaro tolto alle cure dei figli… è terribile entrare in un bar e vedere gente sciatta , con gli occhi vitrei dopo ore ed ore a giocare davanti ad un monitor, specchiarsi negli occhi di queste persone e cercare di dare un rimedio concreto. Vale la pena lodare bar che fanno questa scelta, vale la pena dire a tutti il loro grande valore ed andrebbero premiati dalle istituzioni per la loro virtù ed umanità fatta di sentimenti che non mirano solo ad incassare soldi ma a professare valori. Chiudiamo dicendo che le specialità gastronomiche sono auto prodotte e realizzate in loco, la ciammella di masena è poesia … produzioni proprie fatte con ingredienti sani e nostrani, pane, pizza, dolci, crostate, ripieni, rustici …meglio mangiare che giocare

Agnese Giuliani
Lara Celletti
Informazioni su Lara Celletti 321 Articoli
La prima giornalista donna delle nostre zone, iscritta all'ordine dal 1996, laureata in lettere moderne nel 1996 e scienze dell'educazione nel 2010 presso l'ateneo di Cassino. Insegnante di lettere presso IPSSEOA di Ceccano. Ha lavorato presso giornali nazionali come Il Tempo ed Il Messaggero (redazioni di Frosinone) Ciociara oggi e l'Inchiesta di Cassino. Ha pubblicato un saggio di storia locale sul Busto di San Tommaso Veringerio, finanziato dall'amministrazione provinciale di Frosinone. Contemporaneamente dopo l'acquisto ed il restauro a proprie spese di stabili antichi, nel centro storico di Amaseno, ha creato locazioni idonee per tutte le possibilità a pochi passi dalla collegiata gotica di Santa Maria

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*