Nessuna occasione persa, dal Comune il punto della situazione sui finanziamenti

Da noi ascoltato, il primo cittadino difende l'operato della sua amministrazione ed all'occasione "persa" replica con un centro di 170.000 euro, sempre per i piccoli comuni

Muncipio di Amaseno
Muncipio di Amaseno

Ha fatto sussultare la minoranza il mancato inserimento di Amaseno tra i piccoli comuni destinatari della seconda annualità di finanziamenti regionali legati al bando Un paese ci vuole 2020, per il biennio 2021/22. Abbiamo chiesto lumi all’amministrazione, in particolare al primo cittadino Antonio Como ed il quadro emerso capovolgerebbe quello dipinto dall’opposizione. Amaseno è stato destinatario dei fondi per i piccoli comuni, nella prima annualità della stessa iniziativa, quella finanziata per il 2020. Eppure l’annuncio è stato dato nel corso del consiglio comunale del 15 ottobre scorso, si tratta di circa 40.000 euro che serviranno a recuperare l’area di Fontana Grande, con tanto di parco giochi. Per quanto riguarda la seconda trance per i piccoli comuni, si cambia bando, è vero, ma si ottengono la bellezza di 170.000 euro, per completare il recupero del castello Rocca Castri, quindi sempre nell’ambito della valorizzazione del patrimonio culturale del borgo. Secondo un bando regionale per opere e lavori pubblici finalizzati alla tutela ed al recupero degli insediamenti urbani storici, dove il progetto del comune di Amaseno è risultato 16mo su tantissimi pretendenti. <<Noi ci accontentiamo dei 170.000 euro….mica si può avere tutto dalla vita>>, ha commentato con una punta di ironia, il primo cittadino. In queste parole, evidentemente, la chiave di lettura della “girandola” dei finanziamenti. I bandi si susseguono, per quanti non vengono accordati, altri lo sono, si premiano i progetti ma si sta anche attenti a distribuire risorse un po’ a tutti. Se, poi, in uno stesso ambito, un comune ha ottenuto dei fondi, caso mai più cospicui, non è che si torna a finanziarlo, la torta è di tutti, comunque. Chi mangia la fetta più grossa non può pretendere anche l’altra più piccola. Al di là degli equilibri della distribuzione, il sindaco Como tiene a fare comunque chiarezza e non crede assolutamente che la sua amministrazione possa essere tacciata di incapacità progettuale. Ricorda i 900.000 euro ottenuti per riqualificare palazzo Benedetti Panici, con i lavori in corso. Ricorda che il prossimo 13 dicembre verranno accese, come da tradizione locale, le luminarie, possibili grazie ad un finanziamento di 9000 euro sempre della regione Lazio, per il progetto Amaseno: Un Natale tra meraviglie, luci e fiaba. I dipendenti del comune di Amaseno hanno potuto e possono lavorare in smart working in questo periodo di pandemia, grazie ad un finanziamento ottenuto a maggio. E’ stato già approvato il progetto esecutivo per il rifacimento dell’area campo sportivo di via Prati, per oltre 500.000 euro, perché i lavori possano partire a breve. Le risorse sono regionali, secondo il bando Sport e Periferie 2020,  con quota di 50.000 euro comunali. Ancora, la possibilità di mettere a disposizione dei ragazzi posti per il servizio civile, da anni ormai finanziato. A breve un nuovo bando per altri 16 giovani. La variante al piano regolatore, attesa da anni, si potrà fare grazie ai 50.000 euro ottenuti, con variazione di bilancio, dal  comune. L’iter è già cominciato e si concluderà in due anni, entro il 2022. Ancora, finanziamenti sono stati accordati per la sistemazioni di pannelli fotovoltaici sulla scuola media. Questi semplicemente i fatti che tiene a sottolineare il sindaco Como per dissolvere ogni dubbio sulle capacità della sua squadra come della macchina amministrativa comunale, coinvolta nella redazione dei progetti che si fanno e si faranno sempre con la massima attenzione per la collettività. E soprattutto che verranno finanziati mano a mano, certamente non tutti uguali per tutti i comuni. Il fatto che, talvolta, la politica scada nella bagarre, con scontri tra fazioni, non deve distrarre i cittadini da quanto in effetti viene fatto, questo in sintesi il messaggio del primo cittadino.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*