UN’OCCASIONE PERSA, IL GRIDO DELLA MINORANZA AMASENO 2013

Amaseno non è tra i 139 comuni finanziati dalla Regione Lazio per salvare i borghi dallo spopolamento

Una valanga di finanziamenti per i piccoli comuni, secondo un’iniziativa della Pisana per aiutare i borghi ed i piccoli centri a consolidare la propria identità culturale e potenziarne l’attrattività. Ma tra i 139 progetti ammessi a finanziamento per la seconda annualità dell’avviso pubblico regionale Un paese ci vuole 2020, Amaseno non c’è. E’ questa l’accusa dei consiglieri della minoranza consiliare Amaseno 2013 guidata da Ernesto Gerardi, che commentano il risultato negativo per il loro paese come frutto dell’incapacità progettuale dell’attuale maggioranza target Como. E’ di questi giorni la notizia che la Regione Lazio ha accordato, per il biennio 2021/22, una lunga  serie di finanziamenti ai piccoli comuni, tra cui quelli del circondario di Amaseno, ma nulla per quest’ultimo. Ed ecco che si riaccende subito il fuoco della discordia tra le diverse fazioni politiche, con il consigliere di minoranza Vittorio De Lellis che, parlando a nome anche dei colleghi di opposizione del suo gruppo, adduce senza mezzi termini alla gestione improduttiva della maggioranza, il mancato benefit per il suo paese. <<Amaseno non ha bisogno di un sindaco per mettersi la fascia alle processioni – il commento di De Lellis che ha già scatenato la bagarre sui social – anche perché le processioni non si possono più fare, ma di una amministrazione attenta alle problematiche di Amaseno per non perdere nessuna occasione, come in questo caso. Tanto che tutti i comuni a noi vicini continuano a prendere finanziamenti e noi no. Ci sono Castro dei Volsci, Vallecorsa, Giuliano di Roma, Villa Santo Stefano, noi no. Come abbiamo avuto più volte di ribadire dalla minoranza, non si riesce a capire il motivo di questi fallimenti, si tratta di incapacità progettuale, non si fanno i progetti nel modo giusto, non si seguono i bandi, non si riesce poi a seguire l’iter dei progetti stessi, non ci si raccorda con la regione, lo spiegassero ai cittadini che continuano a vedere un paese in stato di abbandono, con strade malandate, centro storico non curato, e chi più ne ha più ne metta. Stiamo nel limbo amministrativo, va bene far quadrare i bilanci ma non basta questo se poi non si fa nulla per la comunità. Basta guardare i paesi vicini al nostro, dove viene fatto molto più ed i soldi arrivano, come per questi ultimi finanziamenti per sistemare strade, piazze ed altro. Un’altra occasione persa per il nostro paese!>>. Insomma, i consiglieri di Amaseno 2013, Ernesto Gerardi, Vittorio De Lellis e Mario Colagiovanni proprio non ci stanno a vedere sfumare i finanziamenti, unica boccata di ossigeno per un paese che certo non può affidarsi alle risorse di bilancio per programmare lo sviluppo. Vedremo cosa avrà da dire, però, la maggioranza che ha sempre respinto al mittente ogni accusa di incapacità progettuale e di mancanza di attenzione a “cogliere” ogni buona occasione per il paese che amministra.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*