Monumento all’incuria

La dacia struttura di legno dismessa, in pieno centro abitato, è presa d’assalto, di continuo,  da vandali di ogni genere. La rete che chiudeva l’accesso è stata rotta, più viene riparata più la sfondano: dentro si presenta uno scenario inquietante al limite dell’igiene e della decenza. Vedere un posto del genere in questo stato di profondo abbandono è una sconfitta per tutti. La struttura ancora si potrebbe recuperare. Peraltro a causa dei vetri rotti è molto pericolosa e chi entra potrebbe restare ferito. All’interno reti e  vetri, sporcizia ovunque, resti di bagordi, mozziconi di sigarette, cocci rotti, puzza di pipì. “La Dacia è la cartolina di Amaseno- dichiara Mario Colagiovanni- rispecchia le condizioni del paese” . Il problema Dacia russa ex pub è un problema vecchio ma sempre attuale visto che la bella costruzione è meta di ignoti vandali che sistematicamente la usano per i propri comodi, tipo adunanze stupefacenti. Anche i cittadini che abitano in quei pressi denunciano questa situazione. Non si tratta di voler fare politica attraverso i guai, polemica attraverso l’inciviltà, ma soltanto di voler restituire ai cittadini.

Lara Celletti
Informazioni su Lara Celletti 312 Articoli
La prima giornalista donna delle nostre zone, iscritta all'ordine dal 1996, laureata in lettere moderne nel 1996 e scienze dell'educazione nel 2010 presso l'ateneo di Cassino. Insegnante di lettere presso IPSSEOA di Ceccano. Ha lavorato presso giornali nazionali come Il Tempo ed Il Messaggero (redazioni di Frosinone) Ciociara oggi e l'Inchiesta di Cassino. Ha pubblicato un saggio di storia locale sul Busto di San Tommaso Veringerio, finanziato dall'amministrazione provinciale di Frosinone. Contemporaneamente dopo l'acquisto ed il restauro a proprie spese di stabili antichi, nel centro storico di Amaseno, ha creato locazioni idonee per tutte le possibilità a pochi passi dalla collegiata gotica di Santa Maria

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*