Trekking a cavallo nella Valle dell’Amaseno

Proseguono le iniziative di “Trekking a cavallo nella valle dell’Amaseno” organizzate dagli appassionati di sport equestri Donato Di Girolamo e Pierluigi Iacovacci, con il placet del comune di Amaseno e di Villa Santo Stefano. La prima passeggiata, di appena qualche settimana fa, ha talmente appassionato i partecipanti che per questo secondo appuntamento si sono presentati tantissimi amanti delle escursioni a cavallo, provenienti non solo da Amaseno e dai paesi limitrofi, ma anche da Latina e da Roma. Si è rivelato di successo il mix di offerta turistica proposto dagli organizzatori che, allo scopo di valorizzare le peculiarità del territorio, hanno pensato ad una modalità sostenibile che coniugasse sport e svago. Immersi nel verde dei percorsi studiati dallo staff, i cavalieri presenti hanno potuto ammirare le bellezze naturalistiche della valle, ma anche quelle artistiche ed architettoniche. Tra le varie tappe, infatti, anche quella presso il ponte romano di Sant’Aneglio, resto dell’antico acquedotto romano che da Amaseno si spingeva fino a Terracina. Non solo, perché ai turisti è stato proposto un pranzo a base di tipicità locali presso uno dei caseifici aziendali di zona, in questo caso “Nonna Pitta”. Un tripudio di sapori, tra mozzarelle e formaggi tipici tutti preparati con latte di bufala locale, molto apprezzati dai cavalieri che si sono detti davvero soddisfatti dal tour proposto. Un’occasione ed un modo originale per far conoscere il territorio sfruttando il clima di relax creato dalle passeggiate a cavallo attraverso sentieri che le varie amministrazione comunali interessate stanno creando e curando per rendere fruibili diverse zone ai turisti ed ai residenti, prima fra tutte il bosco comunale di Selva Piana, la cosiddetta “Macchia”. Turismo slow e di prossimità in una valle che ha tanto da offrire, per uno sviluppo economico che potrebbe trarre vantaggio da queste nuove forme di ricezione e di offerta.

Lara Celletti
Informazioni su Lara Celletti 331 Articoli
La prima giornalista donna delle nostre zone, iscritta all'ordine dal 1996, laureata in lettere moderne nel 1996 e scienze dell'educazione nel 2010 presso l'ateneo di Cassino. Insegnante di lettere presso IPSSEOA di Ceccano. Ha lavorato presso giornali nazionali come Il Tempo ed Il Messaggero (redazioni di Frosinone) Ciociara oggi e l'Inchiesta di Cassino. Ha pubblicato un saggio di storia locale sul Busto di San Tommaso Veringerio, finanziato dall'amministrazione provinciale di Frosinone. Contemporaneamente dopo l'acquisto ed il restauro a proprie spese di stabili antichi, nel centro storico di Amaseno, ha creato locazioni idonee per tutte le possibilità a pochi passi dalla collegiata gotica di Santa Maria

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*