Missione anti covid in Slovenia: partono i CC ciociari Luca Fusco e Mario Nicolia. Forza ragazzi!

Ci sono anche due Ciociari tra la task force medica voluta dal nostro Governo per aiutare la vicina Slovenia nella lotta contro il Corona Virus. Sono due giovani carabinieri, entrambi infermieri, il primo di Amaseno, il maresciallo Luca Fusco e l’altro di Ceccano, il maresciallo Mario Nicolia. Erano tra gli otto professionisti dell’esercito italiano e dei carabinieri, ufficiali medici ed infermieri, che martedì scorso sono partiti dall’aeroporto di Viterbo con il compito di aiutare i sanitari delle forze armate slovene che stanno già operando negli ospedali covid del Paese. Si tratta di una missione di supporto molto delicata, concordata dal nostro governo e quello, che vedrà il nostro personale medico militare prestare servizio negli ospedali di Lubiana, Maribor, Celje e Novo Mesto. Già da oggi. Martedì 7 dicembre, quindi, l’inizio della missione con partenza dalla base militare di Viterbo del team italiano a bordo di un aereo speciale che ha fatto scalo nella città di Kranj, dove ad accogliere i militari italiani sono stati il ministro sloveno della Difesa, Matej Tonin, e quello della Salute, Janez Poklukar, L’annuncio era già stato fatto lo scorso sabato dall’agenzia di stampa slovena STA, citando informazioni del Dicastero della Difesa sloveno, annuncio poi ripreso e diffuso dall’ANSA. Una missione delicata, al fianco dei colleghi sloveni, per cercare di arginare una situazione sanitaria davvero drammatica, visto che l’indice di contagio in Slovenia supera abbondantemente il 30% dei casi monitorati, con circa 2000 nuovi contagi giornalieri. Il contingente italiano sarebbe già dovuto arrivare negli ospedali sloveni domenica scorsa, ma il maltempo ha causato dei ritardi. Martedì, finalmente, la partenza e già da oggi il personale militare italiano sarà al lavoro per un mese intero, sacrificando anche le festività natalizie per essere al fianco dei colleghi sloveni e, soprattutto, della popolazione. Il maresciallo Luca Fusco ha appena 28 anni, laureato in scienze infermieristiche, è in forza presso il comando di Vibo Valentia, mentre il maresciallo Mario Nicolia, anch’egli laureato in scienze infermieristiche, lavora a Livorno. Un grande impegno ed una grande responsabilità per dei ragazzi che hanno scelto di lottare e di affermare la loro grande dedizione all’arma dei carabinieri. Forza ragazzi !

Lara Celletti
Informazioni su Lara Celletti 572 Articoli
La prima giornalista donna della Valle dell'Amaseno, tra le province di Frosinone e Latina, iscritta all'ordine nazionale dei giornalisti (pubblicisti) Lazio - dal 1996, laureata in lettere moderne nel 1996 e scienze dell'educazione nel 2010 presso l'ateneo di Cassino, Frosinone. Insegnante di lettere presso IPSSEOA di Ceccano. Ha lavorato in giornali nazionali come Il Tempo ed Il Messaggero (redazioni di Frosinone) Ciociara oggi e l'Inchiesta di Cassino. Ha pubblicato un saggio di storia locale sul Busto di San Tommaso Veringerio, finanziato dall'amministrazione provinciale di Frosinone. Dopo l'acquisto autonomo ed il restauro a proprie spese di stabili antichi, nel centro storico di Amaseno, ha creato locazioni idonee per tutte le possibilità economiche a pochi passi dalla collegiata gotica di Santa Maria in Amaseno in provincia di Frosinone. Attualmente presso l'IIS Ceccano FR tiene un progetto laboratorio di giornalismo e comunicazione con gli studenti. Oltre che di Amaseno News è stata direttore dei giornali: La Voce di Villa (edito è stampato dal comune di Villa Santo Stefano) InformAmaseno (edito dal comune di Amaseno) e La Voce di San Giovanni (paese in provincia di Frosinone dove attualmente risiede)

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*