Lavori pubblici: ripristino palazzo Benedetti-Panici riprendonobi lavori

Amaseno – Riprenderanno presto i lavori di riqualificazione del palazzo comunale Benedetti-Panici. Le opere, che consentiranno il pieno recupero della struttura, con tutti i suoi ambienti e sale, erano state provvisoriamente sospese per delle verifiche da parte della Sovrintendenza ai beni Artistici ed Architettonici del Lazio, vista l’importanza storica del nobile palazzetto. Qualche mese di stop, dettato anche dalla pandemia oltre che dai riscontri, ma adesso si riparte, probabilmente dal prossimo lunedì 10 gennaio, come ci dice lo stesso sindaco di Amaseno, Antonio Como: <>. Ricordiamo che si tratta di un palazzo in stile liberty che si compone di tre livelli, con due diversi accessi, uno in piazza Marconi, l’altro su via circonvallazione. Saranno tre le ampie sale che si renderanno disponibili a diversi scopi, innanzitutto quello istituzionale delle riunioni consiliari. Il Comune di Amaseno, infatti, non disponeva di una vera e propria sala consiliare se non dopo l’acquisizione di Palazzo Benedetti Panici. Per ritornare a riunirsi in un luogo consono bisognerà perciò attendere la fine dei lavori. Oltre le tre sale capienti, altri ambienti verranno ricavati nella struttura la cui destinazione non è ancora definita. Certamente accoglierà eventi e manifestazioni di vario genere, soprattutto culturali, ma tante altre le attività che vi si potranno svolgere. C’è l’ha fatta il sindaco Antonio Como ad ottenere i finanziamenti, ben 900mila euro ministeriali, ed a completare l’opera, acquisita al patrimonio comunale dal suo predecessore, il dott. Giannantonio Boni, con non poche critiche da parte delle varie opposizioni che si sono succedute nel tempo.

Informazioni su Lara Celletti 1219 Articoli
La prima giornalista donna della Valle dell'Amaseno, tra le province di Frosinone e Latina, iscritta all'ordine nazionale dei giornalisti (pubblicisti) Lazio - dal 1996, laureata in lettere moderne nel 1996 e scienze dell'educazione nel 2010 presso l'ateneo di Cassino, Frosinone. Insegnante di lettere presso IPSSEOA di Ceccano. Ha lavorato in giornali nazionali come Il Tempo ed Il Messaggero (redazioni di Frosinone) Ciociara oggi e l'Inchiesta di Cassino. Ha pubblicato un saggio di storia locale sul Busto di San Tommaso Veringerio, finanziato dall'amministrazione provinciale di Frosinone. Dopo l'acquisto autonomo ed il restauro a proprie spese di stabili antichi, nel centro storico di Amaseno, ha creato locazioni idonee per tutte le possibilità economiche a pochi passi dalla collegiata gotica di Santa Maria in Amaseno in provincia di Frosinone. Presso l'IIS Ceccano FR ha svolto per sei anni un progetto laboratorio di giornalismo e comunicazione con gli studenti. Oltre che di Amaseno News è stata direttore dei giornali: La Voce di Villa (edito è stampato dal comune di Villa Santo Stefano) InformAmaseno (edito dal comune di Amaseno) e La Voce di San Giovanni (paese in provincia di Frosinone dove attualmente risiede)

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*