Camilla Regina dei Volsci…è anche un progetto turismo ed ambiente

Valle Amaseno – Un altro importante passaggio verso l’implementazione del progetto del Cammino della Regina Camilla è stato fatto proprio in questi giorni. Si tratta di un vero e proprio Protocollo d’intesa che è stato stilato e stipulato da tutti i Comuni attraversati dal Cammino, dai Parchi naturalistici coinvolti, dall’Università Roma Tre e da altri importanti Enti. A darcene notizia proprio l’ideatrice del progetto, Sara Carallo, insieme all’associazione “A Piedi Liberi” che lo cura, particolarmente entusiasta nel vedere sempre più concretizzarsi l’ambizioso progetto che servirà a rendere sicuramente più fruibile l’incanto paesaggistico e naturalistico dei sentieri e dei luoghi della Regina Camilla, figlia del Re dei Volsci Metabo, citati nell’Eneide da Virgilio, dando maggiore visibilità ai paesi interessati, alla loro cultura e tradizioni. Dopo aver individuato il percorso nel 2019 e dopo averlo sperimentato la scorsa estate, ripulendo e rendendolo agevole insieme a tanti volontari ed amministratori interessati, adesso i necessari documenti che attestano la volontà di arrivare fino in fondo da parte di tutti gli attori coinvolti. Ricordiamo che il Cammino della Regina Camilla si snoda in un percorso ad anello, con varie tappe, a partire dalla stazione di Priverno-Fossanova per poi attraversare tutti i borghi della Valle dell’Amaseno: Abbazia di Fossanova, Priverno, Roccagorga, Maenza, Prossedi, Giuliano di Roma, Villa Santo Stefano, Castro dei Volsci, Vallecorsa, Amaseno, Pisterzo, Roccasecca dei Volsci, Sonnino. Inoltre si collega ad altri percorsi già presenti sul territorio, come la via Francigena, e segue antichi percorsi della transumanza, mulattiere, itinerari storici e vie di pellegrinaggio. Potrà essere percorso a piedi, in mountain bike e a cavallo. Dalla primavera di quest’anno, con il supporto del Club Alpino Italiano di Frosinone e Latina e di Federtrek, inizieranno le attività di segnatura delle tappe del Cammino, per rendere sicuro il tracciato.

Informazioni su Lara Celletti 1218 Articoli
La prima giornalista donna della Valle dell'Amaseno, tra le province di Frosinone e Latina, iscritta all'ordine nazionale dei giornalisti (pubblicisti) Lazio - dal 1996, laureata in lettere moderne nel 1996 e scienze dell'educazione nel 2010 presso l'ateneo di Cassino, Frosinone. Insegnante di lettere presso IPSSEOA di Ceccano. Ha lavorato in giornali nazionali come Il Tempo ed Il Messaggero (redazioni di Frosinone) Ciociara oggi e l'Inchiesta di Cassino. Ha pubblicato un saggio di storia locale sul Busto di San Tommaso Veringerio, finanziato dall'amministrazione provinciale di Frosinone. Dopo l'acquisto autonomo ed il restauro a proprie spese di stabili antichi, nel centro storico di Amaseno, ha creato locazioni idonee per tutte le possibilità economiche a pochi passi dalla collegiata gotica di Santa Maria in Amaseno in provincia di Frosinone. Presso l'IIS Ceccano FR ha svolto per sei anni un progetto laboratorio di giornalismo e comunicazione con gli studenti. Oltre che di Amaseno News è stata direttore dei giornali: La Voce di Villa (edito è stampato dal comune di Villa Santo Stefano) InformAmaseno (edito dal comune di Amaseno) e La Voce di San Giovanni (paese in provincia di Frosinone dove attualmente risiede)

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*