Al via il taglio del bosco … gli interessati possono fare domanda al comune

Amaseno – Il Comune apre al taglio di alcuni boschi attraverso due distinti avvisi pubblicati sull’albo pretorio dell’Ente proprio per l’affidamento del taglio del materiale legnoso. Si tratta di due aree boschive di proprietà comunale, la prima con una superficie di taglio di 7,88 ettari in località Monte Arso-Monte Pizzuto, la seconda in località Marinello-Monte Arso-Monte Pizzuto avente, invece, una superficie di taglio di 6,94 ettari. La tipologia di legna che sarà possibile ricavare dalle zone indicate proviene principalmente da alberi di leccio, quindi particolarmente indicata per produrre legna da ardere. Veniamo ora al prezzo della base d’asta fissata dal Comune che, con questa operazione, intende far entrare nelle proprie casse non meno di 15.959 euro per il primo bosco ed altri 15.095 euro per il secondo. Le ditte interessate, infatti, dovranno proporre in busta chiusa un prezzo comunque superiore a questo, e farlo giungere in municipio, insieme ad un’altra busta contenente i documenti richiesti per aderire al bando, entro le ore 12 del prossimo 2 febbraio, visto che alle ore 16 dello stesso giorno si procederà presso la casa comunale di viale Umberto I all’asta pubblica con il metodo dell’offerta segreta. Basterà anche una sola offerta ammissibile per procedere all’eventuale assegnazione. Per ogni informazione circa i requisiti della ditta aspirante come delle modalità di presentazione dell’istanza o dei tempi e modalità di versamento delle quote dell’offerta, si potrà consultare l’Albo Pretorio del Comune oppure rivolgersi all’Ufficio Tecnico, il cui responsabile, geom. Marco Ruggeri, ha stilato l’avviso pubblico. Il Comune intende, quindi, tornare a far cassa con il taglio dei boschi di sua proprietà, certo non si tratta del luogo più comodo che possiede, vale a dire la Macchia di Selva Piana, ma comunque di terreni montani ricchi di vegetazione ed idonei a ricavarne ottima legna da ardere.

Lara Celletti
Informazioni su Lara Celletti 680 Articoli
La prima giornalista donna della Valle dell'Amaseno, tra le province di Frosinone e Latina, iscritta all'ordine nazionale dei giornalisti (pubblicisti) Lazio - dal 1996, laureata in lettere moderne nel 1996 e scienze dell'educazione nel 2010 presso l'ateneo di Cassino, Frosinone. Insegnante di lettere presso IPSSEOA di Ceccano. Ha lavorato in giornali nazionali come Il Tempo ed Il Messaggero (redazioni di Frosinone) Ciociara oggi e l'Inchiesta di Cassino. Ha pubblicato un saggio di storia locale sul Busto di San Tommaso Veringerio, finanziato dall'amministrazione provinciale di Frosinone. Dopo l'acquisto autonomo ed il restauro a proprie spese di stabili antichi, nel centro storico di Amaseno, ha creato locazioni idonee per tutte le possibilità economiche a pochi passi dalla collegiata gotica di Santa Maria in Amaseno in provincia di Frosinone. Attualmente presso l'IIS Ceccano FR tiene un progetto laboratorio di giornalismo e comunicazione con gli studenti. Oltre che di Amaseno News è stata direttore dei giornali: La Voce di Villa (edito è stampato dal comune di Villa Santo Stefano) InformAmaseno (edito dal comune di Amaseno) e La Voce di San Giovanni (paese in provincia di Frosinone dove attualmente risiede)

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*