Si muovono i primi passi verso la costituzione del Distretto biologico “Colline dell’Amaseno”.

Villa Santo Stefano – Si muovono i primi passi verso la costituzione del Distretto biologico “Colline dell’Amaseno”. Per ora vengono raccolte le manifestazioni di interesse da parte dei vari attori, tra cui i comuni, poi si passerà all’implementazione del progetto davvero ambizioso che punta sulla qualità e la sostenibilità delle produzioni agro-alimentari. Proprio nei giorni scorsi, la giunta comunale guidata dal sindaco Giovanni Iorio ha fatto suo il manifesto di intenti impegnandosi a partecipare attivamente alla costituzione di un protocollo di intesa tra Enti locali, associazioni ed altri organismi territoriali sottoscrittori dello stesso documento. Insomma, si fa sul serio, finalmente si è compresa appieno l’importanza di un’azione sistemica tra piccole aziende ed organizzazioni varie che valorizzi le vocazioni rurali del territorio puntando su aree incontaminate e produzioni sostenibili, garanzia di qualità per i consumatori. Non solo, perché anche i conduttori dei fondi, attraverso le produzioni biologiche, vedranno maggiormente tutelata la propria salute e preservati i propri terreni. L’idea nasce dall’esigenza di sostenibilità dando una svolta significativa negli indirizzi produttivi del settore olivicolo, agricolo, zootecnico e nei suoi rapporti con il settore turistico, che ne sarebbe avvantaggiato visti i più recenti orientamenti degli operatori. Infatti, tra le finalità, c’è proprio la diffusione ed il raccordo della cultura del Bio tra i consumatori e gli operatori turistici. Bisognerà lavorare tanto, chiaramente, sull’informazione, sulla creazione di condizioni che stimolino le aziende produttrici e trasformatrici a scegliere il regime biologico, sulle varie normative per la regolamentazione dei marchi, sul trasferimento di dati tecnici tra i produttori, su campagne informative e di sensibilizzazione.

Informazioni su Lara Celletti 1219 Articoli
La prima giornalista donna della Valle dell'Amaseno, tra le province di Frosinone e Latina, iscritta all'ordine nazionale dei giornalisti (pubblicisti) Lazio - dal 1996, laureata in lettere moderne nel 1996 e scienze dell'educazione nel 2010 presso l'ateneo di Cassino, Frosinone. Insegnante di lettere presso IPSSEOA di Ceccano. Ha lavorato in giornali nazionali come Il Tempo ed Il Messaggero (redazioni di Frosinone) Ciociara oggi e l'Inchiesta di Cassino. Ha pubblicato un saggio di storia locale sul Busto di San Tommaso Veringerio, finanziato dall'amministrazione provinciale di Frosinone. Dopo l'acquisto autonomo ed il restauro a proprie spese di stabili antichi, nel centro storico di Amaseno, ha creato locazioni idonee per tutte le possibilità economiche a pochi passi dalla collegiata gotica di Santa Maria in Amaseno in provincia di Frosinone. Presso l'IIS Ceccano FR ha svolto per sei anni un progetto laboratorio di giornalismo e comunicazione con gli studenti. Oltre che di Amaseno News è stata direttore dei giornali: La Voce di Villa (edito è stampato dal comune di Villa Santo Stefano) InformAmaseno (edito dal comune di Amaseno) e La Voce di San Giovanni (paese in provincia di Frosinone dove attualmente risiede)

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*