Ricco di argomenti e di nuovi progetti I’ultimo consiglio comunale a Castro dei Volsci

Castro dei Volsci – L’ultima seduta del consiglio comunale è stata ricca di contenuti. In apertura, il sindaco Leonardo Ambrosi ha invitato l’assise ed il pubblico al rispetto di un minuto di silenzio in occasione della giornata della Memoria, un momento di riflessione sul passato e su ciò che nel futuro  ogni amministratore, nel proprio piccolo, può fare perché non si ripetano più simili soprusi. Ha poi presentato ufficialmente la Dott.ssa Marisa Stellato, neo segretario comunale della sede di Pofi e Castro dei Volsci in servizio dal 19 Gennaio. A lei sono stati rivolti gli auguri di un proficuo lavoro ed al contempo è stato espresso un sentito ringraziamento alla dott.ssa Ferrante che l’ha preceduta. Tra i punti approvati, dopo l’unanimità sul regolamento per la tutela e benessere animali e la casa delle Associazioni, anche l’atteso Piano particolareggiato del centro storico, motivo d’orgoglio per l’amministrazione Ambrosi. <<Grande emozione per aver portato a casa questo strumento del quale se ne discute da ormai dieci anni – ha detto il primo cittadino – Ringrazio il già assessore Piero Normalenti che ha dato impulso al piano, ed il vicesindaco Roberto Peronti che lo ha seguito nell’ultime due legislature e portato in adozione. Il Piano, tra le altre cose, contiene tutte le buone pratiche cui i cittadini devono adeguarsi al momento di una ristrutturazione edilizia, indicando loro colori, intonaci, serramenti, insegne, portoni, ecc. che non interferiscono con l’architettura del paesaggio esistente. Di qui un ringraziamento anche ai cittadini che negli anni hanno saputo tutelare il borgo con interventi sempre coerenti con le regole già esistenti e dettate dai vari vincoli ai quali è sottoposto il centro storico. E’ anche grazie a loro, ed alle attente politiche di restauro conservativo messe in campo dalle amministrazioni che si sono succedute, se oggi Castro dei Volsci può vantare di essere Uno dei Borghi più belli d’Italia>>.

Informazioni su Lara Celletti 1215 Articoli
La prima giornalista donna della Valle dell'Amaseno, tra le province di Frosinone e Latina, iscritta all'ordine nazionale dei giornalisti (pubblicisti) Lazio - dal 1996, laureata in lettere moderne nel 1996 e scienze dell'educazione nel 2010 presso l'ateneo di Cassino, Frosinone. Insegnante di lettere presso IPSSEOA di Ceccano. Ha lavorato in giornali nazionali come Il Tempo ed Il Messaggero (redazioni di Frosinone) Ciociara oggi e l'Inchiesta di Cassino. Ha pubblicato un saggio di storia locale sul Busto di San Tommaso Veringerio, finanziato dall'amministrazione provinciale di Frosinone. Dopo l'acquisto autonomo ed il restauro a proprie spese di stabili antichi, nel centro storico di Amaseno, ha creato locazioni idonee per tutte le possibilità economiche a pochi passi dalla collegiata gotica di Santa Maria in Amaseno in provincia di Frosinone. Presso l'IIS Ceccano FR ha svolto per sei anni un progetto laboratorio di giornalismo e comunicazione con gli studenti. Oltre che di Amaseno News è stata direttore dei giornali: La Voce di Villa (edito è stampato dal comune di Villa Santo Stefano) InformAmaseno (edito dal comune di Amaseno) e La Voce di San Giovanni (paese in provincia di Frosinone dove attualmente risiede)

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*