Il Comune di Villa Santo Stefano la raccolta differenziata con i fondi del Piano nazionale di ripresa e resilienza

Villa Santo Stefano – Il Comune di Villa Santo Stefano non vuole perdere l’occasione di potenziare il suo sistema di raccolta differenziata sfruttando i fondi messi a disposizione con il Piano nazionale di ripresa e resilienza approvato lo scorso luglio. Aderisce così, attraverso la giunta comunale presieduta dal sindaco Giovanni Iorio, all’avviso del Ministero della Transizione Ecologica riguardante l’economia circolare e l’agricoltura sostenibile, predisponendo un progetto ad hoc sul “Miglioramento e la meccanizzazione della rete di raccolta differenziata dei rifiuti urbani”, affidato al responsabile del servizio tecnico, il geom. Fernando Ercolani, ed inserendo la previsione nel Piano triennale delle Opere pubbliche, opportunamente modificato. Una vera e propria rivoluzione che potrebbe portare ad un deciso passo in avanti nella raccolta differenziata dei rifiuti, aumentandone la percentuale, a vantaggio dell’ambiente e della collettività. L’obiettivo è incrementare in maniera significativa la quota di raccolta differenziata attraverso l’introduzione di tecnologie e sistemi innovativi di raccolta orientati alla digitalizzazione dei processi, all’efficientamento dei costi e alla razionalizzazione e semplificazione dei flussi di rifiuti urbani prodotti. Le somme chieste dal Comune per l’implementazione del progetto ammontano a 993.253,05 euro, come risulta dal quadro economico allegato. Ad essere pervisti sono: venti isole ecologiche informatizzate; quattro cestini stradali per pannolini-pannoloni; tre isole informatizzate per la raccolta dei sanitari; cinque isole informatizzate per la raccolta dei tessuti; due contenitori per la raccolta degli oli vegetali; un eco compattatore per la raccolta PET; cinque distributori di sacchetti; cinque campane informatizzate per il recupero del vetro. Insomma, una vera e propria rivoluzione.

Informazioni su Lara Celletti 1219 Articoli
La prima giornalista donna della Valle dell'Amaseno, tra le province di Frosinone e Latina, iscritta all'ordine nazionale dei giornalisti (pubblicisti) Lazio - dal 1996, laureata in lettere moderne nel 1996 e scienze dell'educazione nel 2010 presso l'ateneo di Cassino, Frosinone. Insegnante di lettere presso IPSSEOA di Ceccano. Ha lavorato in giornali nazionali come Il Tempo ed Il Messaggero (redazioni di Frosinone) Ciociara oggi e l'Inchiesta di Cassino. Ha pubblicato un saggio di storia locale sul Busto di San Tommaso Veringerio, finanziato dall'amministrazione provinciale di Frosinone. Dopo l'acquisto autonomo ed il restauro a proprie spese di stabili antichi, nel centro storico di Amaseno, ha creato locazioni idonee per tutte le possibilità economiche a pochi passi dalla collegiata gotica di Santa Maria in Amaseno in provincia di Frosinone. Presso l'IIS Ceccano FR ha svolto per sei anni un progetto laboratorio di giornalismo e comunicazione con gli studenti. Oltre che di Amaseno News è stata direttore dei giornali: La Voce di Villa (edito è stampato dal comune di Villa Santo Stefano) InformAmaseno (edito dal comune di Amaseno) e La Voce di San Giovanni (paese in provincia di Frosinone dove attualmente risiede)

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*