La giunta comunale di Adriano Lampazzi, ha approvato ben tre progetti di fattibilità tecnico economica che mirano a migliorare la qualità della vita nel paese, sfruttando le opportunità offerte da fondi del Ministero dell’Interno

Giuliano di Roma – C’è fermento sul fronte degli investimenti nella piccola cittadina adagiata ai piedi del Monte Siserno. In una seduta tenuta nei giorni scorsi, la giunta comunale guidata dal sindaco Adriano Lampazzi, ha infatti approvato ben tre progetti di fattibilità tecnico economica che mirano a migliorare la qualità della vita nel paese, sfruttando le opportunità offerte da fondi del Ministero dell’Interno all’interno del PNRR. Fondi che, se accordati, non vedono alcuna compartecipazione di risorse di bilancio. Vediamo di cosa si tratta. Il primo studio di fattibilità approvato, quale atto propedeutico alla richiesta di finanziamento, riguarda la “mitigazione del rischio idrogeologico in località Calciano”. Per intervenire in maniera efficiente sul consolidamento dell’area sono previsti ben 1.188.000 euro. Anche il secondo progetto riguarda problemi di dissesto idrogeologico, questa volta in località Monte Acuto. In questo caso, le somme ritenute necessarie per i lavori ammontano a circa 1.191.000 euro. Non finisce qui, perché la giunta Lampazzi ha ritenuto opportuno affidare all’Ufficio tecnico comunale diretto dal geom.Carlo Massari, anche la redazione di un progetto di fattibilità per il recupero dell’impianto sportivo comunale al fine di favorire l’inclusione e l’integrazione sociale. Un lavoro importante per la cui esecuzione serviranno 1.300.000 euro complessivi. Insomma, Giuliano di Roma vuole prepararsi al meglio alla fase di ripresa che dovrebbe seguire al lungo periodo di pandemia vissuto che ha paralizzato, tra le altre cose, gli stessi lavori pubblici destinati all’investimento. Un pensiero è andato innanzitutto alla riduzione del rischio idrogeologico, un grosso problema per molti centri arroccati su colline e montagne, senza perdere di vista, però, la presenza di un centro sportivo ben attrezzato capace di riunire persone, a disposizione di ragazzi e cittadini.

Lara Celletti
Informazioni su Lara Celletti 575 Articoli
La prima giornalista donna della Valle dell'Amaseno, tra le province di Frosinone e Latina, iscritta all'ordine nazionale dei giornalisti (pubblicisti) Lazio - dal 1996, laureata in lettere moderne nel 1996 e scienze dell'educazione nel 2010 presso l'ateneo di Cassino, Frosinone. Insegnante di lettere presso IPSSEOA di Ceccano. Ha lavorato in giornali nazionali come Il Tempo ed Il Messaggero (redazioni di Frosinone) Ciociara oggi e l'Inchiesta di Cassino. Ha pubblicato un saggio di storia locale sul Busto di San Tommaso Veringerio, finanziato dall'amministrazione provinciale di Frosinone. Dopo l'acquisto autonomo ed il restauro a proprie spese di stabili antichi, nel centro storico di Amaseno, ha creato locazioni idonee per tutte le possibilità economiche a pochi passi dalla collegiata gotica di Santa Maria in Amaseno in provincia di Frosinone. Attualmente presso l'IIS Ceccano FR tiene un progetto laboratorio di giornalismo e comunicazione con gli studenti. Oltre che di Amaseno News è stata direttore dei giornali: La Voce di Villa (edito è stampato dal comune di Villa Santo Stefano) InformAmaseno (edito dal comune di Amaseno) e La Voce di San Giovanni (paese in provincia di Frosinone dove attualmente risiede)

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*