ll percorso Giuliano di Roma –Villa Santo Stefano – Castro dei Volsci progetto ideato e portato avanti dall’associazione “A Piedi Liberi” è ideale per le gite di primavera.

Villa Santo Sefano – C’è già chi ha fatto qualche passeggiata lungo il percorso Giuliano di Roma –Villa Santo Stefano – Castro dei Volsci appena tracciato lo scorso week-end. Stiamo parlando di un tratto del Cammino della Regina Camilla, progetto ideato e portato avanti dall’associazione “A Piedi Liberi” di cui fa parte la promotrice Sara Carallo. Grande entusiasmo e soddisfazione sono stati espressi dai referenti della tappa di Villa Santo Stefano, Donato Di Girolamo e Augusto Rossi che in prima persona hanno dato una mano a fare il tracciamento del percorso sul territorio del loro paese. Si tratta di un ambizioso progetto che coinvolge tutti i comuni della Valle dell’Amaseno, teatro appunto delle gesta della Regina Camilla, figlia del re volsco Metabo, cui è intitolata proprio la Torre di accesso al centro storico di Villa Santo Stefano. Un progetto che intende coniugare cultura, tradizioni, ambiente e turismo, rendendo questi luoghi più attraenti dando visibilità alle loro bellezze. Alla segnatura della tappa hanno partecipato anche alcuni volontari del Cai di Frosinone che, con gli altri appassionati della vita all’aria aperta, hanno colorato di bianco e rosso la sigla CRC (Cammino Regina Camilla), distintiva del percorso appunto. In particolare, il tracciato scelto per attraversare Villa Santo Stefano parte dalla zona di Valcatora, ai confini di Giuliano di Roma, per proseguire nelle località Ara del Tufo, San Giovanni, Ciglia, Madonna delle Grazie, il borgo di Villa Santo Stefano, fino a raggiungere la croce di Monte Siserno e la pineta di Campo Lupino, ai confini con Castro dei Volsci. Diciotto chilometri in totale, che attraversano tutti i punti più suggestivi del territorio santo stefanese e che già più di qualcuno, come dicevamo in apertura, sta sperimentando, quale percorso trekking ma anche a cavallo ed in mountain bike.

Lara Celletti
Informazioni su Lara Celletti 684 Articoli
La prima giornalista donna della Valle dell'Amaseno, tra le province di Frosinone e Latina, iscritta all'ordine nazionale dei giornalisti (pubblicisti) Lazio - dal 1996, laureata in lettere moderne nel 1996 e scienze dell'educazione nel 2010 presso l'ateneo di Cassino, Frosinone. Insegnante di lettere presso IPSSEOA di Ceccano. Ha lavorato in giornali nazionali come Il Tempo ed Il Messaggero (redazioni di Frosinone) Ciociara oggi e l'Inchiesta di Cassino. Ha pubblicato un saggio di storia locale sul Busto di San Tommaso Veringerio, finanziato dall'amministrazione provinciale di Frosinone. Dopo l'acquisto autonomo ed il restauro a proprie spese di stabili antichi, nel centro storico di Amaseno, ha creato locazioni idonee per tutte le possibilità economiche a pochi passi dalla collegiata gotica di Santa Maria in Amaseno in provincia di Frosinone. Attualmente presso l'IIS Ceccano FR tiene un progetto laboratorio di giornalismo e comunicazione con gli studenti. Oltre che di Amaseno News è stata direttore dei giornali: La Voce di Villa (edito è stampato dal comune di Villa Santo Stefano) InformAmaseno (edito dal comune di Amaseno) e La Voce di San Giovanni (paese in provincia di Frosinone dove attualmente risiede)

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*