sarà restaurato il muro di sostegno dell’area dove si trova il santuario della Madonna della Speranza

Giuliano di Roma – Un lavoro che si attendeva ormai da tempo, da quando cioè il Comune, ravvisando uno stato di pericolosità, aveva deciso di sistemare una struttura di contenimento in legno provvisoria. Stiamo parlando del muro di sostegno dell’area sulla quale si adagia il Santuario della Madonna della Speranza, a poche centinaia di meri dal centro storico di Giuliano di Roma, un luogo assai frequentato dai cittadini, vista la presenza, al lato, anche del civico cimitero. Ebbene, da circa tre anni, ormai, il sito è a rischio di scivolamento. Da subito, dopo aver provveduto ad una messa in sicurezza provvisoria, l’amministrazione comunale del sindaco Adriano Lampazzi si è messa subito alla ricerca dei fondi necessari per la sistemazione definitiva del problema. Ebbene, i fondi sono adesso arrivati, circa 200.000 euro, ed i lavori sono così partiti nei giorni scorsi. Secondo il progetto elaborato, si dovrà procedere alla messa in sicurezza da rischio idrogeologico rifacendo completamente il muro di sostegno che delimita tutto il piazzale del Santuario. Muro che sarà ricostruito in pietra a vista, sebbene al suo interno la struttura sarà in cemento armato. Un modo per rendere sicura l’area di accesso al Santuario ma anche la Chiesa stessa, che poggia sul terrapieno a rischio scivolamento. Non solo. Perché lungo il perimetro confinante con la provinciale per Ceccano sarà ricavato anche un marciapiede per consentire a chi si reca al cimitero per le visite ai defunti, di poter camminare in tutta sicurezza per quel tratto di strada prima di immettersi sul viale del camposanto, senza dover necessariamente percorrere il piazzale del Santuario ed utilizzare una scalinata che fa da raccordo verso il retro e, quindi, il cimitero. Insomma, un lavoro certamente necessario ma anche utile, atteso ed ora in fase di realizzazione.

Informazioni su Lara Celletti 1217 Articoli
La prima giornalista donna della Valle dell'Amaseno, tra le province di Frosinone e Latina, iscritta all'ordine nazionale dei giornalisti (pubblicisti) Lazio - dal 1996, laureata in lettere moderne nel 1996 e scienze dell'educazione nel 2010 presso l'ateneo di Cassino, Frosinone. Insegnante di lettere presso IPSSEOA di Ceccano. Ha lavorato in giornali nazionali come Il Tempo ed Il Messaggero (redazioni di Frosinone) Ciociara oggi e l'Inchiesta di Cassino. Ha pubblicato un saggio di storia locale sul Busto di San Tommaso Veringerio, finanziato dall'amministrazione provinciale di Frosinone. Dopo l'acquisto autonomo ed il restauro a proprie spese di stabili antichi, nel centro storico di Amaseno, ha creato locazioni idonee per tutte le possibilità economiche a pochi passi dalla collegiata gotica di Santa Maria in Amaseno in provincia di Frosinone. Presso l'IIS Ceccano FR ha svolto per sei anni un progetto laboratorio di giornalismo e comunicazione con gli studenti. Oltre che di Amaseno News è stata direttore dei giornali: La Voce di Villa (edito è stampato dal comune di Villa Santo Stefano) InformAmaseno (edito dal comune di Amaseno) e La Voce di San Giovanni (paese in provincia di Frosinone dove attualmente risiede)

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*