RIFIUTI NEL VERDE UN PROVA DI INCIVILTÀ

Amaseno – Non c’è tregua all’inciviltà di alcuni sconsiderati che si ostinano ancora ad abbandonare i rifiuti nelle zone più disparate. Un problema non solo di decoro ma anche e soprattutto di rischio di contaminazione ambientale. Torniamo a parlare di questa pratica incivile e vergognosa che continua a deturpare uno dei luoghi più caratteristici di Amaseno. Sono proprio alcuni cittadini che tornano a segnalare nella zona di Don Chei, la presenza di una vera discarica a cielo aperto. Nel fosso che costeggia la strada comunale, a poche decine di metri dal cosiddetto “Pozzo della Regina”, è stato gettato di tutto, televisori, frigoriferi, incarti di cialde di caffè, lavandini ed ogni genere di rifiuto inquinante e speciale che sarà difficile smaltire. Molte volte i volontari ed il comune stesso hanno cercato di bonificare la zona ma i cittadini ancora si ostinano ad abbandonare rifiuti nei fossati. Peraltro, la zona è piena di sorgenti, tra cui proprio quella di Don Chei. Facile immaginare l’alto rischio di inquinamento delle falde acquifere che ne potrebbe derivare. In questi giorni di maltempo questa immondizia è stata trascinata e portata nei fossi di scolo. Molto diffusa l’abitudine di gettare i rifiuti in modo sconsiderato in giro per le zone verdi e queste azioni nel tempo sono veramente pericolose visto che creano solo problemi all’ambiente. Forse non tutti sanno che ogni azione contro l’ambiente è ritenuta un reato penale, oltre a multe e obbligo di pulizia. Sono anni che segnaliamo e scriviamo questi fenomeni che, purtroppo, non accennano a cessare. Non basta certo una giornata ecologica per ripristinare la natura dei luoghi, se poi si continua a riempirli di rifiuti. A pagarne il prezzo l’intera comunità, in termini di qualità della vita e di risorse impiegate per le opere di pulizia.

Informazioni su Lara Celletti 1222 Articoli
La prima giornalista donna della Valle dell'Amaseno, tra le province di Frosinone e Latina, iscritta all'ordine nazionale dei giornalisti (pubblicisti) Lazio - dal 1996, laureata in lettere moderne nel 1996 e scienze dell'educazione nel 2010 presso l'ateneo di Cassino, Frosinone. Insegnante di lettere presso IPSSEOA di Ceccano. Ha lavorato in giornali nazionali come Il Tempo ed Il Messaggero (redazioni di Frosinone) Ciociara oggi e l'Inchiesta di Cassino. Ha pubblicato un saggio di storia locale sul Busto di San Tommaso Veringerio, finanziato dall'amministrazione provinciale di Frosinone. Dopo l'acquisto autonomo ed il restauro a proprie spese di stabili antichi, nel centro storico di Amaseno, ha creato locazioni idonee per tutte le possibilità economiche a pochi passi dalla collegiata gotica di Santa Maria in Amaseno in provincia di Frosinone. Presso l'IIS Ceccano FR ha svolto per sei anni un progetto laboratorio di giornalismo e comunicazione con gli studenti. Oltre che di Amaseno News è stata direttore dei giornali: La Voce di Villa (edito è stampato dal comune di Villa Santo Stefano) InformAmaseno (edito dal comune di Amaseno) e La Voce di San Giovanni (paese in provincia di Frosinone dove attualmente risiede)

2 Commenti

  1. Basterebbe Installare una telecamera. Finta o vera, il costo per il comune sarebbe irrisorio e l’utilità 100 volte meglio.

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*