Eliminate le barriere architettoniche allo stadio comunale “Umberto Biamani”

Amaseno – Eliminate le barriere architettoniche allo stadio comunale “Umberto Biamani”. Grazie ad un finanziamento di circa 60.000 euro, infatti, sono state eseguite delle opere di sistemazione degli spogliatoi ma anche dell’ingresso al comunale di Amaseno. I lavori, ora conclusi, hanno restituito al paese, ma soprattutto ai calciatori della squadra locale, un campo più funzionale, dove non si interveniva da anni. Molta soddisfazione viene espressa dal consigliere con delega allo sport, Gianluca Panici. <<Sebbene il nostro sia sempre stato un bellissimo campo sportivo- ci dice Panici – c’era bisogno di dargli una rimodernata. Per adesso, grazie ad un finanziamento regionale di 62.000 euro, di cui sono molto orgoglioso avendolo seguito dalla fase della richiesta fino all’ultimazione dei lavori, siamo riusciti a risolvere un grosso problema, quello dell’abbattimento delle barriere architettoniche. Adesso l’ingresso sarà possibile anche alle persone diversamente abili, che avranno a disposizione anche due nuovi bagni attrezzati proprio per loro. Inoltre, con questi lavori abbiamo pensato anche al taglio dei grossi pini perimetrali che erano diventati pericolosi. Al loro posto abbiamo piantato altri alberi che ci sono stati donati dal Parco dei monti Ausoni, che chiaramente ringraziamo. Inoltre le opere hanno permesso l’efficientamento energetico del campo, grazie alla sistemazione di pannelli solari. Proprio questa settimana restituiremo il campo alla nostra Folgore, che così potrà giocare domenica il derby con il Vallecorsa. Mi scuso con la società per i disagi creati dallo stop di 4 mesi per i lavori, ma per questioni burocratiche non si poteva fare diversamente. Non ci fermeremo qui, siamo alla continua ricerca di finanziamenti per ammodernare sempre più sia il nostro campo sportivo ma anche le altre strutture sportive del paese, tra cui la tensostruttura e la palestra del complesso scolastico>>.

Informazioni su Lara Celletti 1222 Articoli
La prima giornalista donna della Valle dell'Amaseno, tra le province di Frosinone e Latina, iscritta all'ordine nazionale dei giornalisti (pubblicisti) Lazio - dal 1996, laureata in lettere moderne nel 1996 e scienze dell'educazione nel 2010 presso l'ateneo di Cassino, Frosinone. Insegnante di lettere presso IPSSEOA di Ceccano. Ha lavorato in giornali nazionali come Il Tempo ed Il Messaggero (redazioni di Frosinone) Ciociara oggi e l'Inchiesta di Cassino. Ha pubblicato un saggio di storia locale sul Busto di San Tommaso Veringerio, finanziato dall'amministrazione provinciale di Frosinone. Dopo l'acquisto autonomo ed il restauro a proprie spese di stabili antichi, nel centro storico di Amaseno, ha creato locazioni idonee per tutte le possibilità economiche a pochi passi dalla collegiata gotica di Santa Maria in Amaseno in provincia di Frosinone. Presso l'IIS Ceccano FR ha svolto per sei anni un progetto laboratorio di giornalismo e comunicazione con gli studenti. Oltre che di Amaseno News è stata direttore dei giornali: La Voce di Villa (edito è stampato dal comune di Villa Santo Stefano) InformAmaseno (edito dal comune di Amaseno) e La Voce di San Giovanni (paese in provincia di Frosinone dove attualmente risiede)

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*