A VILLA SANTO STEFANO È GUERRA AI PICCIONI

Villa Santo Stefano – Il comune di Villa Santo Stefano inizia la sua battaglia contro il proliferare dei piccioni all’interno dell’abitato, preoccupato evidentemente dei rischi igienico-sanitari che ne conseguono. Troppi i volatili che sostano su davanzali, anfratti, infilandosi anche all’interno di sottotetti e case abbandonate, basta trovare una fessura, finendo col nidificare e depositare quantità considerevoli di guano che, oltre a causare problemi di decoro, sono all’origine di cattivi odori e di rischio contaminazione anche per i cittadini. Il primo passo verso il contenimento della popolazione stanziale di piccioni nel centro storico è stato fatto attraverso un’ordinanza del sindaco Giovanni Iorio emessa proprio in questi giorni. Oltre ad essere vietato in alcun modo alimentare i piccioni all’interno del centro abitato, vengono coinvolti tutti i proprietari di case e fabbricati nella cinta urbana. Questi, o chiunque vanti un diritto reale su immobili, anche non agibili, esposti alla nidificazione ed allo stazionamento dei piccioni, dovranno provvedere a proprie spese alla pulizia ed alla disinfezione periodica dei locali, cortili e degli anfratti nei quali i piccioni abbiano nidificato e depositato guano, nonché provvedere alla pulizia e disinfezione periodica delle zone sottostanti cornicioni, balconi, pensiline ed oggetti di qualsiasi tipo imbrattati da guano. Inoltre, dovranno provvedere alla chiusura, con griglie o reti, di ogni apertura anche di aerazione e di accessi attraverso i quali i piccioni possono introdursi all’interno per trovare riparo o luogo per nidificare. Come pure dovranno impedire la sosta abituale o permanente dei volatili su terrazzi, davanzali, cornicioni, nicchie, anche all’interno di cortili, applicando dissuasori di tipo non cruento. L’ordinanza entrerà in vigore dal 21 maggio e per i trasgressori è prevista una sanzione compresa tra i 25 ed i 500 euro.

Lara Celletti
Informazioni su Lara Celletti 527 Articoli
La prima giornalista donna della Valle dell'Amaseno, tra le province di Frosinone e Latina, iscritta all'ordine nazionale dei giornalisti (pubblicisti) Lazio - dal 1996, laureata in lettere moderne nel 1996 e scienze dell'educazione nel 2010 presso l'ateneo di Cassino, Frosinone. Insegnante di lettere presso IPSSEOA di Ceccano. Ha lavorato in giornali nazionali come Il Tempo ed Il Messaggero (redazioni di Frosinone) Ciociara oggi e l'Inchiesta di Cassino. Ha pubblicato un saggio di storia locale sul Busto di San Tommaso Veringerio, finanziato dall'amministrazione provinciale di Frosinone. Dopo l'acquisto autonomo ed il restauro a proprie spese di stabili antichi, nel centro storico di Amaseno, ha creato locazioni idonee per tutte le possibilità economiche a pochi passi dalla collegiata gotica di Santa Maria in Amaseno in provincia di Frosinone. Attualmente presso l'IIS Ceccano FR tiene un progetto laboratorio di giornalismo e comunicazione con gli studenti. Oltre che di Amaseno News è stata direttore dei giornali: La Voce di Villa (edito è stampato dal comune di Villa Santo Stefano) InformAmaseno (edito dal comune di Amaseno) e La Voce di San Giovanni (paese in provincia di Frosinone dove attualmente risiede)

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*