Macchine in fiamme lo scorso week end a Villa Santo Stefano… i Carabinieri indagano

Paura in un parcheggio di Villa Santo Stefano, lo scorso fine settimana sono andate a fuoco alcune macchine. In piena notte i cittadini si sono allarmati ed hanno assistito ad una scena assurda, macchine in fiamme, una colonna di fumo nero, fiamme ed il pericolo legato alle esplosioni dei serbatoi. Sul posto a ristabilire la calma ed a scongiurare ogni pericolo i carabinieri della locale stazione, i vigili del fuoco ed i volontari. Un inferno che poteva finire in tragedia se le forze dell’ordine e gli altri uomini in divisa non avessero lavorato per ore ed ore per tutelare l’incolumità dei cittadini, integrità delle case e la tranquillità del borgo.

Lara Celletti
Informazioni su Lara Celletti 614 Articoli
La prima giornalista donna della Valle dell'Amaseno, tra le province di Frosinone e Latina, iscritta all'ordine nazionale dei giornalisti (pubblicisti) Lazio - dal 1996, laureata in lettere moderne nel 1996 e scienze dell'educazione nel 2010 presso l'ateneo di Cassino, Frosinone. Insegnante di lettere presso IPSSEOA di Ceccano. Ha lavorato in giornali nazionali come Il Tempo ed Il Messaggero (redazioni di Frosinone) Ciociara oggi e l'Inchiesta di Cassino. Ha pubblicato un saggio di storia locale sul Busto di San Tommaso Veringerio, finanziato dall'amministrazione provinciale di Frosinone. Dopo l'acquisto autonomo ed il restauro a proprie spese di stabili antichi, nel centro storico di Amaseno, ha creato locazioni idonee per tutte le possibilità economiche a pochi passi dalla collegiata gotica di Santa Maria in Amaseno in provincia di Frosinone. Attualmente presso l'IIS Ceccano FR tiene un progetto laboratorio di giornalismo e comunicazione con gli studenti. Oltre che di Amaseno News è stata direttore dei giornali: La Voce di Villa (edito è stampato dal comune di Villa Santo Stefano) InformAmaseno (edito dal comune di Amaseno) e La Voce di San Giovanni (paese in provincia di Frosinone dove attualmente risiede)

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*