Da oltre due anni che a Villa anto Stefano ci sono problemi per la caduta o l’instabilità di alcuni pali delle linee telefoniche

Villa Santo Stefano – Sono oltre due anni che i cittadini di Villa santo Stefano subiscono i disagi e le insidie causate dalla caduta o dalla instabilità di alcuni pali delle linee telefoniche, in diverse zone del paese: via Meito, via Casalino, C.da Perasacco, S.P. Villa-Amaseno, S.P.Villa Amaseno intersezione via Madonna della Stella, S.P. Villa-Giuliano nell’intersezione con via Ciglia e di fronte il cimitero. Si tratta soprattutto di vecchi pali di legno che, ormai obsoleti e danneggiati, rappresentano dei seri pericoli per chi dovesse trovarsi nei dintorni. Non solo, perché alcuni cittadini lamentano anche disagi molto pesanti, come la caduta di pali all’interno di cortili, o su terreni, che limitano l’accesso oltre a rappresentare un’insidia. Il tutto documentato da diversi sopralluoghi della polizia municipale risalenti al dicembre del 2019. In tutto questo tempo diversi sono stati i solleciti ad intervenire al gestore telefonico, sia di privati cittadini ma anche del Comune. Richieste rimaste, però, inascoltate. Così il sindaco Giovanni Iorio ha ben pensato di ricorrere alle maniere dure ed ha emesso un’apposita ordinanza, la n.9 del 4 maggio, trasmessa anche al Prefetto, con cui intima alla Telecom Italia spa di mettere in sicurezza i pali in questione per garantire la pubblica incolumità, iniziando da subito e comunque non oltre i 20 giorni dalla notifica della stessa ordinanza. Non solo, è ordinato anche di esibire entro 30 giorni dalla notifica, un certificato unico a firma congiunta dell’intestatario dell’ordinanza, nonché di tecnico abilitato, ognuno per le proprie competenze, dal quale risulti che, a seguito delle verifiche effettuate e dei lavori eseguiti, sia stato eliminato ogni pericolo per la pubblica e privata incolumità. Sortiti i primi effetti dell’ordinanza: operai specializzati incaricati dal gestore sono già al lavoro.

Lara Celletti
Informazioni su Lara Celletti 568 Articoli
La prima giornalista donna della Valle dell'Amaseno, tra le province di Frosinone e Latina, iscritta all'ordine nazionale dei giornalisti (pubblicisti) Lazio - dal 1996, laureata in lettere moderne nel 1996 e scienze dell'educazione nel 2010 presso l'ateneo di Cassino, Frosinone. Insegnante di lettere presso IPSSEOA di Ceccano. Ha lavorato in giornali nazionali come Il Tempo ed Il Messaggero (redazioni di Frosinone) Ciociara oggi e l'Inchiesta di Cassino. Ha pubblicato un saggio di storia locale sul Busto di San Tommaso Veringerio, finanziato dall'amministrazione provinciale di Frosinone. Dopo l'acquisto autonomo ed il restauro a proprie spese di stabili antichi, nel centro storico di Amaseno, ha creato locazioni idonee per tutte le possibilità economiche a pochi passi dalla collegiata gotica di Santa Maria in Amaseno in provincia di Frosinone. Attualmente presso l'IIS Ceccano FR tiene un progetto laboratorio di giornalismo e comunicazione con gli studenti. Oltre che di Amaseno News è stata direttore dei giornali: La Voce di Villa (edito è stampato dal comune di Villa Santo Stefano) InformAmaseno (edito dal comune di Amaseno) e La Voce di San Giovanni (paese in provincia di Frosinone dove attualmente risiede)

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*