NUMERI SU CUI RIFLETTERE: IL BILANCIO DEGLI INCENDI BOSCHIVI

Amaseno – Sono circa trenta gli ettari di bosco andati in fumo nel corso del 2021 sul territorio di Amaseno. Depositato presso il comune l’elenco dettagliato delle zone coinvolte, da parte dei Carabinieri forestali, necessario per aggiornare il catasto incendi boschivi come previsto dalla legge 353/2000 e dalla legge regionale 39/2002. Uno strumento indispensabile per avere un quadro preciso delle zone maggiormente interessate dai roghi e per elaborare con più attenzione i piani di prevenzione incendi sul territorio. Non solo, perché avendo a disposizione le singole particelle catastali dei terreni attraversati dal fuoco, sarà possibile applicare sulle stesse i divieti e le prescrizioni sempre ai sensi della legge 353/2000, come ad esempio il divieto di pascolo. Quasi sempre gli incendi sono opera dell’uomo, non solo a seguito di comportamenti colposi ma anche in conseguenza di azioni dolose, queste ultime a volte proprio per liberare i terreni per farne nuovi pascoli. Per questo motivo alcuni cittadini, preoccupati dal proliferare dei roghi dolosi, anche nel periodo invernale, hanno suggerito al comune di tabellare i terreni interessati da incendi, per avvisare appunto dei divieti esistenti sugli stessi, pascolo per primo. Soluzione sulla quale l’amministrazione sta riflettendo. Intanto, nei giorni scorsi, dopo aver ricevuto dai carabinieri forestali il quadro dettagliato degli incendi relativi al 2021, la giunta guidata dal sindaco Antonio Como, ha approvato l’aggiornamento 2021 del catasto per il censimento delle aree percorse dal fuoco, con tutte le implicazioni previste dalla normativa, come l’applicazione delle limitazioni d’uso previste che dovranno essere adottate dal responsabile del settore tecnico – ufficio ambiente. Le zone che sono state investite parzialmente dal fuoco e censite come tali nel 2021 sono state: S.Silvestro-Monte Fortino (giugno); Arcioni-Monte Arso (luglio); Cerreta (agosto); valle Vettia (settembre); valle Martina-Cerreta (ottobre).

Lara Celletti
Informazioni su Lara Celletti 473 Articoli
La prima giornalista donna della Valle dell'Amaseno, iscritta all'ordine nazionale dei giornalisti (pubblicisti) Lazio - dal 1996, laureata in lettere moderne nel 1996 e scienze dell'educazione nel 2010 presso l'ateneo di Cassino. Insegnante di lettere presso IPSSEOA di Ceccano. Ha lavorato in giornali nazionali come Il Tempo ed Il Messaggero (redazioni di Frosinone) Ciociara oggi e l'Inchiesta di Cassino. Ha pubblicato un saggio di storia locale sul Busto di San Tommaso Veringerio, finanziato dall'amministrazione provinciale di Frosinone. Dopo l'acquisto autonomo ed il restauro a proprie spese di stabili antichi, nel centro storico di Amaseno, ha creato locazioni idonee per tutte le possibilità a pochi passi dalla collegiata gotica di Santa Maria in Amaseno in provincia di Frosinone. Attualmente presso l'IIS Ceccano FR tiene un progetto laboratorio di giornalismo e comunicazione con gli studenti

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*