Il marchio comunale per le eccellenze castresi è una realtà

Castro dei Volsci – Un autentico successo la presentazione del marchio comunale per distinguere le eccellenze castresi, tenutasi lo scorso sabato nell’aula consiliare del municipio. Segno della condivisione di intenti con un’intera comunità che vuol promuovere e valorizzare al meglio tutto quanto può offrire, dalle tradizioni eno-gastromiche, culturali ma anche turistiche. Una bella idea, molto apprezzata da cittadini ed operatori economici, quella dell’assessore Roberto Peronti, accolta di buon grado dall’intero consiglio comunale, che ora è realtà. <<E’ una giornata particolare – ha esordito il vicesindaco Roberto Peronti nel relazionare sull’iniziativa da lui stesso promossa ed accolta subito con entusiasmo dallo stesso sindaco Leonardo Ambrosi – perché dà al nostro paese un’ulteriore conferma e solidità di rappresentanza all’interno ed all’esterno, nei confronti del territorio e di tutti gli altri comuni. Nel corso degli anni a Castro si è lavorato molto per dare un senso ed un allargamento culturale e turistico al paese, con tante iniziative, anche nel campo agricolo. Ma sentivamo che qualcosa mancava. Non si poteva lavorare su una singola eccellenza, perché Castro merita di più, tante sono le sue eccellenze che vanno rappresentate ed identificate. L’identificazione del marchio con il riconoscimento della De.co., la denominazione di origine comunale, è quello che mancava per riconoscere alle eccellenze, alla cultura ed alle tradizioni del nostro territorio in toto, una particolarità>>. Ora toccherà ai cittadini partecipare al concorso indetto dall’amministrazione Ambrosi per dare un logo al marchio, che sarà scelto da  un’apposita commissione composta dall’arch. Sergio Palombi, autore tra l’altro di una interessantissima mostra proprio nella sala consiliare del comune, il dott.Ernesto Migliori e l’ing.Corrado Ferracci.

Lara Celletti
Informazioni su Lara Celletti 527 Articoli
La prima giornalista donna della Valle dell'Amaseno, tra le province di Frosinone e Latina, iscritta all'ordine nazionale dei giornalisti (pubblicisti) Lazio - dal 1996, laureata in lettere moderne nel 1996 e scienze dell'educazione nel 2010 presso l'ateneo di Cassino, Frosinone. Insegnante di lettere presso IPSSEOA di Ceccano. Ha lavorato in giornali nazionali come Il Tempo ed Il Messaggero (redazioni di Frosinone) Ciociara oggi e l'Inchiesta di Cassino. Ha pubblicato un saggio di storia locale sul Busto di San Tommaso Veringerio, finanziato dall'amministrazione provinciale di Frosinone. Dopo l'acquisto autonomo ed il restauro a proprie spese di stabili antichi, nel centro storico di Amaseno, ha creato locazioni idonee per tutte le possibilità economiche a pochi passi dalla collegiata gotica di Santa Maria in Amaseno in provincia di Frosinone. Attualmente presso l'IIS Ceccano FR tiene un progetto laboratorio di giornalismo e comunicazione con gli studenti. Oltre che di Amaseno News è stata direttore dei giornali: La Voce di Villa (edito è stampato dal comune di Villa Santo Stefano) InformAmaseno (edito dal comune di Amaseno) e La Voce di San Giovanni (paese in provincia di Frosinone dove attualmente risiede)

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*