Tempo di bilanci …e di polemiche: consiglio comunale a Villa Santo Stefano

Villa Santo Stefano – Dopo aver contestato il consuntivo 2021, adesso è la volta del bilancio di previsione. Agguerrita l’opposizione di “Obiettivo Villa” che non ci sta a subire ritardi o incompletezza nella consegna dei documenti utili a discutere i punti dei consigli oltre a contestare i numeri dei bilanci. << Ancora una volta dobbiamo rimarcare la disorganizzazione di codesta Amministrazione nella predisposizione degli atti da consegnare ai consiglieri di minoranza – hanno dichiarato i consiglieri Maurizio Iorio, Sergio Massaroni ed Andreina Cipolla nel corso dell’ultimo consiglio comunale dello scorso 13 giugno – Ciò premesso, entrando nel merito della proposta concernente il bilancio di previsione anno 2022, esprimiamo la nostra contrarietà. Anzitutto, si continua a non tenere conto delle criticità finanziarie rilevate dalla Corte dei Conti, mentre non è stata prevista “Nessuna Entrata” circa l’evasione tributaria. Il documento di programmazione contiene presunte irregolarità a carico delle entrate previste, la cui applicazione altera i necessari equilibri di bilancio, nonché la veridicità dello stesso per quanto riguarda la gestione delle risorse pubbliche. Non condividiamo quanto proposto – hanno spiegato in aula – poiché i capitoli di vitale importanza, ad esempio la scuola, sono assolutamente privi di risorse, segno che l’amministrazione non intende investire sui giovani, sull’istruzione, sulla crescita del nostro piccolo paese. Anche sul servizio manutenzioni, sull’ assistenza e beneficienza sono state stanziate somme insufficienti per garantire l’efficienza dei servizi. Lo stesso dicasi per le opere pubbliche, tutte ferme, segnale di una gestione priva di progettualità e di azione. Inoltre, cosa gravissima, non sono previste somme per la redazione del piano regolatore generale>>. Insomma, non si placano le polemiche di “Obiettivo Villa”.

Informazioni su Lara Celletti 1222 Articoli
La prima giornalista donna della Valle dell'Amaseno, tra le province di Frosinone e Latina, iscritta all'ordine nazionale dei giornalisti (pubblicisti) Lazio - dal 1996, laureata in lettere moderne nel 1996 e scienze dell'educazione nel 2010 presso l'ateneo di Cassino, Frosinone. Insegnante di lettere presso IPSSEOA di Ceccano. Ha lavorato in giornali nazionali come Il Tempo ed Il Messaggero (redazioni di Frosinone) Ciociara oggi e l'Inchiesta di Cassino. Ha pubblicato un saggio di storia locale sul Busto di San Tommaso Veringerio, finanziato dall'amministrazione provinciale di Frosinone. Dopo l'acquisto autonomo ed il restauro a proprie spese di stabili antichi, nel centro storico di Amaseno, ha creato locazioni idonee per tutte le possibilità economiche a pochi passi dalla collegiata gotica di Santa Maria in Amaseno in provincia di Frosinone. Presso l'IIS Ceccano FR ha svolto per sei anni un progetto laboratorio di giornalismo e comunicazione con gli studenti. Oltre che di Amaseno News è stata direttore dei giornali: La Voce di Villa (edito è stampato dal comune di Villa Santo Stefano) InformAmaseno (edito dal comune di Amaseno) e La Voce di San Giovanni (paese in provincia di Frosinone dove attualmente risiede)

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*