IL COMUNE DI CASTRO APPROVA IL BILANCIO DI PREVISIONE

Castro Dei Volsci – Approvato il bilancio di previsione dell’ente nel corso dell’ultimo consiglio comunale tenutosi lo scorso giovedì 7 Luglio. Un bilancio che soddisfa la maggioranza guidata dal sindaco Leonardo Ambrosi, per la sua corrispondenza sostanzialmente realistica con le somme da tirare a fine anno, in alcuni casi sottostimato. Trattandosi appunto di cifre che si prevedono in entrata o in uscita, un buon bilancio di previsione dovrebbe evitare sorprese in sede di consuntivo, quando le cifre devono essere certe.  <<Con opere pubbliche, misure per l’ambiente e servizi alla persona proiettiamo Castro dei Volsci verso il futuro – è stato il commento del sindaco Leonardo Ambrosi – Abbiamo previsto sempre più servizi per i bambini, per gli anziani e per le persone più deboli con un occhio di riguardo alla cultura e all’aggregazione. In controtendenza con una nazione in cui tutto aumenta, anche quest’anno siamo riusciti a non mettere le mani sugli stipendi dei castresi, confermando l’aliquota addizionale IRPEF allo 0,4%, la più bassa della provincia. Non dimentichiamo infatti il momento difficile che stiamo attraversando. Non abbiamo lasciato indietro nessuno e stanziato aiuti concreti alle famiglie e alle associazioni. Senza sosta e senza fermare la crescita lavoriamo ogni giorno per fare di Castro dei Volsci una città sempre più a misura di cittadino, più ordinata urbanisticamente, più pulita e che offra sempre più risposte alle esigenze dei nostri tempi>>. Degno di nota il fondo pluriennale vincolato che, secondo la maggioranza, è lo specchio del buon lavoro della gestione 2021 e degli anni precedenti. È costituito da quei finanziamenti ricevuti negli anni precedenti per realizzare un’opera e quindi apposte in entrata ma per le quali non c’è stata ancora un’uscita perché l’opera deve essere cantierizzata. E’ pari ad oltre un milione di euro.

Informazioni su Lara Celletti 1162 Articoli
La prima giornalista donna della Valle dell'Amaseno, tra le province di Frosinone e Latina, iscritta all'ordine nazionale dei giornalisti (pubblicisti) Lazio - dal 1996, laureata in lettere moderne nel 1996 e scienze dell'educazione nel 2010 presso l'ateneo di Cassino, Frosinone. Insegnante di lettere presso IPSSEOA di Ceccano. Ha lavorato in giornali nazionali come Il Tempo ed Il Messaggero (redazioni di Frosinone) Ciociara oggi e l'Inchiesta di Cassino. Ha pubblicato un saggio di storia locale sul Busto di San Tommaso Veringerio, finanziato dall'amministrazione provinciale di Frosinone. Dopo l'acquisto autonomo ed il restauro a proprie spese di stabili antichi, nel centro storico di Amaseno, ha creato locazioni idonee per tutte le possibilità economiche a pochi passi dalla collegiata gotica di Santa Maria in Amaseno in provincia di Frosinone. Presso l'IIS Ceccano FR ha svolto per sei anni un progetto laboratorio di giornalismo e comunicazione con gli studenti. Oltre che di Amaseno News è stata direttore dei giornali: La Voce di Villa (edito è stampato dal comune di Villa Santo Stefano) InformAmaseno (edito dal comune di Amaseno) e La Voce di San Giovanni (paese in provincia di Frosinone dove attualmente risiede)

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*