Polidori risponde a Rosati: al centro del dibattito le feste estive

Castro dei Volsci – Non si fa attendere la replica della maggioranza Ambrosi sugli attacchi ricevuti dal consigliere d’opposizione Aleandro Rosati nei giorni scorsi con una nota stampa. Il rappresentante consiliare della lista AmiamoCastro ha lamentato un uso strumentale delle associazioni operanti sul territorio da parte degli amministratori al governo, come delle manifestazioni religiose, per fini propagandistici e di visibilità. Tutto nasce dal programma delle feste estive, ricco di eventi sì, ma secondo Rosati solo grazie alle associazioni ed agli eventi religiosi che ne curano l’organizzazione. <<Accolgo con stupore le parole rilasciate alla stampa del neo membro del direttivo PD di Castro dei Volsci Aleandro Rosati – ha risposto prontamente l’assessore Pietro Polidori, cui è stata affidata proprio la delega ai rapporti con le associazioni – Sembra infatti di rileggere le parole di un ex consigliere che allo stesso modo aveva provato, senza successo, a strumentalizzare il lavoro dei volontari e delle associazioni di Castro dei Volsci per vili attacchi politici. Il nutrito programma estivo stilato ha come obiettivo principale proprio quello di valorizzare il prezioso lavoro compiuto dalle associazioni con l’indispensabile supporto della struttura comunale. Capisco, però, che tutto ciò non può essere compreso da chi non vive il Paese, non conosce le dinamiche associative e non contribuisce in alcun modo alla crescita di Castro dei Volsci. Peccato, ad esempio, che tali soggetti non abbiano avuto la capacità di apprezzare la mostra di uno dei più grandi pittori del ‘900, così come l’arte di uno dei pilastri della notte della Taranta o tutte le altre iniziative che stanno consacrando Castro dei Volsci come centro culturale di primissimo livello. Il consigliere Rosati, dopo un anno di nulla, tuona su comando di altri facendo l’ennesimo autogol e offrendoci l’ennesima occasione per parlare del nostro programma estivo, che ovunque ha ricevuto apprezzamenti. La campagna elettorale – conclude Polidori – è finita e i cittadini hanno scelto in maniera inequivocabile da che parte stare: rimboccatevi le maniche ed evitate di piantare ostacoli pretestuosi sul cammino di chi vuole il bene del paese>>. <<Si tratta solo di attacchi pretestuosi che non tengono conto dell’impegno delle associazioni e dell’ amministrazione nel trovare una sinergia>>, ha voluto sinteticamente commentare  l’assessore alla cultura Luca Marzella.

Lara Celletti
Informazioni su Lara Celletti 615 Articoli
La prima giornalista donna della Valle dell'Amaseno, tra le province di Frosinone e Latina, iscritta all'ordine nazionale dei giornalisti (pubblicisti) Lazio - dal 1996, laureata in lettere moderne nel 1996 e scienze dell'educazione nel 2010 presso l'ateneo di Cassino, Frosinone. Insegnante di lettere presso IPSSEOA di Ceccano. Ha lavorato in giornali nazionali come Il Tempo ed Il Messaggero (redazioni di Frosinone) Ciociara oggi e l'Inchiesta di Cassino. Ha pubblicato un saggio di storia locale sul Busto di San Tommaso Veringerio, finanziato dall'amministrazione provinciale di Frosinone. Dopo l'acquisto autonomo ed il restauro a proprie spese di stabili antichi, nel centro storico di Amaseno, ha creato locazioni idonee per tutte le possibilità economiche a pochi passi dalla collegiata gotica di Santa Maria in Amaseno in provincia di Frosinone. Attualmente presso l'IIS Ceccano FR tiene un progetto laboratorio di giornalismo e comunicazione con gli studenti. Oltre che di Amaseno News è stata direttore dei giornali: La Voce di Villa (edito è stampato dal comune di Villa Santo Stefano) InformAmaseno (edito dal comune di Amaseno) e La Voce di San Giovanni (paese in provincia di Frosinone dove attualmente risiede)

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*