CONSORZIO LIRIS CASTRO DEI VOLSCI NE FA PARTE

Castro dei Volsci – Il comune di Castro dei Volsci farà parte del costituendo “Consorzio Liris” – Consorzio BIM dei Comuni della Provincia di Frosinone. Lo ha deciso il consiglio comunale nel corso dell’ultima assise dopo che, nelle scorse settimane, alla presenza dei funzionari regionali e dell’ing. Tersigni per la provincia di Frosinone, si è tenuto presso il salone di rappresentanza un incontro promosso dal Sindaco di Picinisco per la costituzione di un consorzio per la riscossione dei canoni di BIM e dei sovra canoni rivieraschi. Ebbene anche il Comune di Castro dei Volsci rientra all’interno di un Bacino Imbrifero Montano che da diritto a vedere riconosciuti tali canoni. <<In sintesi, poiché il nostro territorio ospita delle cime (come Monte Calvo e Monte Calvilli) che con le loro falde contribuiscono ad alimentare fiumi o fossi lungo i quali vi sono concessionari di derivazioni d’acqua per utilizzazioni idroelettriche – ha spiegato il sindaco Leonardo Ambrosi – queste aziende devono riconoscerci dei canoni, i cosiddetti canoni BIM>>. Tali canoni in passato non sono mai stati pretesi dai comuni della provincia poiché non si era a conoscenza di questa legge o comunque venivano riconosciute cifre molto approssimative e sottostimate. Finchè il comune di Picinisco, scelto come capofila da vari municipi, ha iniziato la battaglia per il recupero dei canoni scaduti e quelli in scadenza. La transazione riferita al periodo 2016/2021 ha portato ad entrate di circa 135.000 euro da ridistribuirsi sui 6 comuni aderenti. Viste le lungaggini burocratiche legate al comune capofila si vuole scegliere adesso la strada del Consorzio, riconosciuto dalla stessa regione Lazio come soggetto deputato alla riscossione di questi canoni. Non sono previste retribuzioni, gettoni, indennità o emolumenti ai componenti di amministrazione dei Consorzi, quindi l’operazione è a costo zero per il comune. Marco Bravo

Informazioni su Lara Celletti 871 Articoli
La prima giornalista donna della Valle dell'Amaseno, tra le province di Frosinone e Latina, iscritta all'ordine nazionale dei giornalisti (pubblicisti) Lazio - dal 1996, laureata in lettere moderne nel 1996 e scienze dell'educazione nel 2010 presso l'ateneo di Cassino, Frosinone. Insegnante di lettere presso IPSSEOA di Ceccano. Ha lavorato in giornali nazionali come Il Tempo ed Il Messaggero (redazioni di Frosinone) Ciociara oggi e l'Inchiesta di Cassino. Ha pubblicato un saggio di storia locale sul Busto di San Tommaso Veringerio, finanziato dall'amministrazione provinciale di Frosinone. Dopo l'acquisto autonomo ed il restauro a proprie spese di stabili antichi, nel centro storico di Amaseno, ha creato locazioni idonee per tutte le possibilità economiche a pochi passi dalla collegiata gotica di Santa Maria in Amaseno in provincia di Frosinone. Attualmente presso l'IIS Ceccano FR tiene un progetto laboratorio di giornalismo e comunicazione con gli studenti. Oltre che di Amaseno News è stata direttore dei giornali: La Voce di Villa (edito è stampato dal comune di Villa Santo Stefano) InformAmaseno (edito dal comune di Amaseno) e La Voce di San Giovanni (paese in provincia di Frosinone dove attualmente risiede)

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*