CERCASI DIRETTORE MUSEO CIVICO MEDIOEVALE DI AMASENO

Stavolta tocca al museo

Amaseno – Presto un avviso pubblico per trovare il direttore scientifico del museo civico e dicocesano “Castrum Sancti Laurentii”. Lo ha deciso la giunta guidata dal neo sindaco Ernesto Gerardi che nei giorni scorsi si è riunita ed ha approvato le linee guida per la nomina di questa importante figura che, però, ancora manca. Pur inaugurato nel 2015, presso le sale dell’antico castello del paese, il suggestivo museo di Amaseno che contiene soprattutto opere di epoca medievale di grande pregio, è sempre stato penalizzato dall’assenza di un direttore, sebbene sia stato comunque aperto al pubblico e destinatario di diversi progetti. Troppo poco evidentemente per la nuova maggioranza Gerardi che adesso intende dare una ben precisa collocazione alla struttura di cui è dotato il paese nell’ambito dell’OMR, l’organizzazione museale regionale. Per l’inserimento del Castrum Sancti Laurentii in questa rete e disporre eventualmente dei finanziamenti previsti, imprescindibile la presenza di un direttore scientifico. Non potendo trovarlo tra il personale dipendente del comune, vista l’assenza dei requisiti previsti, vale a dire un diploma di laurea in una disciplina attinente alla tipologia del museo (archeologico e storico-artistico), la giunta ha così pensato ad una convenzione esterna, demandando al Servizio I^ – Settore Cultura – l’avvio e il perfezionamento della procedura di selezione per l’individuazione di tale figura attraverso la predisposizione di apposito avviso pubblico. L’incarico di direttore scientifico onorario avrà la durata di tre anni, prorogabile, sarà a titolo gratuito e senza alcun onere di spesa per il comune. Curerà ogni attività di carattere scientifico, la progettazione scientifica nonché la realizzazione di mostre temporanee, curandone i cataloghi e le pubblicazioni, la comunicazione, promozione e pubblicizzazione.  Si tratta di un museo molto interessante che contiene opere veramente stupende e che è a sua volta posto nella parte autentica dell’antico castello, appunto, medioevale l’amministrazione Gerardi lo ha usato in varie manifestazioni e valorizzato molto.

Informazioni su Lara Celletti 1097 Articoli
La prima giornalista donna della Valle dell'Amaseno, tra le province di Frosinone e Latina, iscritta all'ordine nazionale dei giornalisti (pubblicisti) Lazio - dal 1996, laureata in lettere moderne nel 1996 e scienze dell'educazione nel 2010 presso l'ateneo di Cassino, Frosinone. Insegnante di lettere presso IPSSEOA di Ceccano. Ha lavorato in giornali nazionali come Il Tempo ed Il Messaggero (redazioni di Frosinone) Ciociara oggi e l'Inchiesta di Cassino. Ha pubblicato un saggio di storia locale sul Busto di San Tommaso Veringerio, finanziato dall'amministrazione provinciale di Frosinone. Dopo l'acquisto autonomo ed il restauro a proprie spese di stabili antichi, nel centro storico di Amaseno, ha creato locazioni idonee per tutte le possibilità economiche a pochi passi dalla collegiata gotica di Santa Maria in Amaseno in provincia di Frosinone. Presso l'IIS Ceccano FR ha svolto per sei anni un progetto laboratorio di giornalismo e comunicazione con gli studenti. Oltre che di Amaseno News è stata direttore dei giornali: La Voce di Villa (edito è stampato dal comune di Villa Santo Stefano) InformAmaseno (edito dal comune di Amaseno) e La Voce di San Giovanni (paese in provincia di Frosinone dove attualmente risiede)

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*