Il COMUNE BATTE CASSA E SOLLECITA BEN 648 CITTADINI A PAGARE LE IMPOSTE PASSATE

UNA LUNGA LISTA DI CATTIVI PAGATORI

Amaseno – Un fatto che molto sta facendo parlare in paese. In un solo giorno sull’Albo Pretorio on line del comune di Amaseno, sono stati pubblicati cinque avvisi di deposito per conto dell’Agenzia Riscossione. Una pratica ormai consueta secondo cui se il messo notificatore dell’atto non trova il corrispondente destinatario presso la propria abitazione, ufficio o azienda, si rivolge al comune competente e chiede l’affissione presso il municipio, nella sezione Albo Pretorio on line, dell’elenco contenente gli intestatari con il numero dei relativi documenti emessi dall’Agenzia. Perché ne vengano a conoscenza e li ritirino in comune. Si sa, una dimenticanza nei pagamenti capita a tutti, come capita a tutti di non essere in casa quando il notificatore suona al campanello. Quindi, si è abituati a vedere dei nominativi pubblicati su simili elenchi, ma in maniera contenuta. Anche perché se sono avvisi dell’agenzia di Riscossione, ex Equitalia, con molta probabilità si tratta di richieste di pagamento per mancato versamento di qualche imposta, statale o comunale. Il punto è che ad Amaseno, invece, parliamo di ben 648 nominativi complessivi destinatari di altrettanti avvisi. Un vero record ed una vera ecatombe. Un fatto che non è passato inosservato a qualcuno ed ecco che immediato è stato il dibattito popolare. Fatto sicuramente sintomatico o di una dimenticanza di massa o di un disagio economico diffuso, forse anche la convinzione di poter pagare delle imposte quando si vuole, con la sorpresa che talvolta, scaduto un certo lasso di tempo, potrebbe essere inibita la possibilità di procedere al pagamento. Inevitabile, perciò, l’arrivo di un avviso. Qualcuno ha anche pensato ad sintomo legato alla difficoltà di incassare le imposte da parte del comune, situazione evidenziata con preoccupazione dalla stessa Corte dei Conti solo qualche mese fa. L’amministrazione Gerardi da qualche mese ha messo mano a queste situazioni per recuperare denaro necessario per il paese.

Informazioni su Lara Celletti 1219 Articoli
La prima giornalista donna della Valle dell'Amaseno, tra le province di Frosinone e Latina, iscritta all'ordine nazionale dei giornalisti (pubblicisti) Lazio - dal 1996, laureata in lettere moderne nel 1996 e scienze dell'educazione nel 2010 presso l'ateneo di Cassino, Frosinone. Insegnante di lettere presso IPSSEOA di Ceccano. Ha lavorato in giornali nazionali come Il Tempo ed Il Messaggero (redazioni di Frosinone) Ciociara oggi e l'Inchiesta di Cassino. Ha pubblicato un saggio di storia locale sul Busto di San Tommaso Veringerio, finanziato dall'amministrazione provinciale di Frosinone. Dopo l'acquisto autonomo ed il restauro a proprie spese di stabili antichi, nel centro storico di Amaseno, ha creato locazioni idonee per tutte le possibilità economiche a pochi passi dalla collegiata gotica di Santa Maria in Amaseno in provincia di Frosinone. Presso l'IIS Ceccano FR ha svolto per sei anni un progetto laboratorio di giornalismo e comunicazione con gli studenti. Oltre che di Amaseno News è stata direttore dei giornali: La Voce di Villa (edito è stampato dal comune di Villa Santo Stefano) InformAmaseno (edito dal comune di Amaseno) e La Voce di San Giovanni (paese in provincia di Frosinone dove attualmente risiede)

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*